Fate acquisti in città per la città!

Nulla di strano, ma di certo originale, è il messaggio lanciato da Neting, web agency bolognese, con all’attivo numerosi progetti di successo, sia in ambito mobile che web a livello nazionale. Un invito a comprare dai negozi cittadini e di non buttarsi nella regalistica on line dei grandi marketplace internazionali

Parrebbe quasi una contraddizione, la campagna lanciata da Neting, realtà specializzata proprio nella realizzazione di siti web, app, e-commerce, ottimizzazione e SEO, pubblicità sui motori di ricerca e PPC(Google Ads), eMail Marketing e, infine, Web Content, gestione e generazione di contenuti online. In realtà l’appello è quanto mai coerente, in quanto l’obiettivo dell’iniziativa è far comprendere, oltre l’importanza di sostenere le attività locali a superare questo momento fatto di limitazioni e chiusure forzate, che il web non è un concorrente per le piccole attività che spesso vedono nei grandi marketplace dei concorrenti “sleali”. Di fatto il web e il digital sono una grande opportunità per tutti, piccoli e grandi. Occorre sviluppare una mentalità all’innovazione nei commercianti e una sinergia tra operatori e sviluppatori per essere al passo coi tempi e contrastare il rischio di essere penalizzati proprio dalle vendite online altrui.

Questa l’idea che ha spinto Luca Mainieri Ceo di Neting a rinunciare alle tradizionali strenne natalizie per investire in una grande campagna di sensibilizzazione, finalizzata a suggerire al pubblico di effettuare gli acquisti presso le attività locali e non su piattaforme anonime. “Dietro ogni vetrina ci sono famiglie che vivono del loro lavoro e abbiamo pensato di aiutarle utilizzando il nostro – spiega Mainieri – perché siamo in realtà un supporto al commercio anche se troppo spesso ed erroneamente si vive questa sorta di contrapposizione dei canali di vendita. Il web è tecnologia, quindi uno strumento, non un ostacolo o un concorrente. Il Covid-19 ha radicalmente cambiato le nostre abitudini, ma l’on line in certi casi ha saputo arginare le perdite registrate dai negozianti, grazie a formule per loro ancora poco usuali, come l’e-commerce e le ordinazioni on line che hanno in parte compensato la riduzione forzata degli acquisti in presenza”. 

Un legame, dunque, con il territorio che Neting ha sempre mantenuto. La pandemia ha dato un forte impulso all’informatizzazione del commercio cittadino: “Lavoriamo con molte aziende e commercianti, in questi mesi abbiamo sviluppato diverse strategie digitali e strumenti (shop online, app e siti) volti a favorirli nell’utilizzo degli strumenti di web marketing necessari a promuovere il proprio brand, i servizi e prodotti online”.

L’invito al consumo locale è rivolto a tutta la popolazione geo localizzata nella provincia di Bologna, donne e uomini in fascia di età 25-65 anni, con un’iniziativa puramente digitale che prevede circa due milioni di visualizzazioni per questa campagna acquisti.

Abbiamo voluto lanciare un segnale positivo– conclude il CEO di Neting – spontaneo e autofinanziato, per aiutare il tessuto produttivo locale e sostenere le vendite natalizie. Il digitale è una risorsa, ma può funzionare solo se sussiste una rete sana e dinamica che per sopravvivere ha bisogno in questo difficile momento del sostegno di tutti”.