#Hairhasnogender Pantene ti sostiene la comunità LGBTQI+

Anche quest’anno Procter&Gamble e Pantene rinnovano il loro impegno a sostegno della comunità LGBTQI+ dando vita a un nuovo capitolo di Hair Has No Gender, la campagna lanciata a livello europeo lo scorso anno con l’obiettivo di celebrare la diversità di ogni persona e il potere che hanno i capelli nel trasformare la nostra sfera emotiva e sociale e il modo in cui affrontiamo le sfide quotidiane. 

La seconda edizione della campagna, pur riproponendo il percorso narrativo intrapreso nel 2019 con la condivisione di storie personali, guarda oltre: esplora quanto sia importante il supporto di familiari e amici nell’acquisire la fiducia necessaria per mostrarsi al mondo. Protagoniste saranno storie di famiglie: sentire che ogni componente è compreso nella sua unicità è il primo passo verso la piena consapevolezza della propria identità e, da qui, verso l’espressione autentica di sé stessi nella società. La missione della campagna è abbattere pregiudizi e barriere nella società, diffondendo una cultura di inclusione che valorizzi e comprenda le diversità. Partendo proprio dalle famiglie, non soltanto quelle biologiche, che rappresentano gli agenti di inclusione primari della società. Le famiglie sono ciò che ci fortifica e ci rende individui completi nella comunità in cui viviamo. 

“Siamo entusiasti dalla risposta che abbiamo ricevuto per questo progetto, ma sappiamo anche quanto lavoro ci sia ancora da fare. Da uno studio condotto da Pantene negli Stati Uniti è infatti emerso che il 44% delle persone LGBTQI+ sente di non poter tornare a casa per paura di essere rifiutato o giudicato. Mentre ci avviciniamo alle festività natalizie, chiediamo a tutti di abbracciare la nostra campagna e diffondere il nostro messaggio, in modo che più persone possano sentire il nostro appoggio e acquisire il coraggio di esprimere la loro vera identità con i loro capelli ” – Layal Ammar, Vice President Pantene Europa 

Dal lancio della campagna a novembre 2019, Pantene e P&G hanno fornito in Italia supporto finanziario alla comunità Transgender attraverso l’Associazione Libellula, organizzazione che opera sul territorio nazionale con la finalità di aiutare e difendere le persone LGBTQI+, assistendole sia nella valutazione dei presupposti per la transizione che in tutte le problematiche relative all’inserimento sociale e lavorativo.