The Big Now/mcgarrybowen vince il contest creativo di Fondazione Pubblicità Progresso

Si è concluso il contest creativo indetto da Fondazione Pubblicità Progresso, in collaborazione con le più importanti istituzioni del settore, dedicato all’ideazione e allo sviluppo di una campagna di sensibilizzazione sul tema della ‘coesione sociale’ post-emergenza sanitaria.

Alessia Oggiano

Ad aggiudicarsi l’incarico strategico-creativo è stata l’agenzia The Big Now/mcgarrybowen che in autunno firmerà la campagna il cui spot TV sarà on air a livello nazionale con l’obiettivo di richiamare tutti i cittadini a comportamenti virtuosi, collettivi e individuali, per rispondere alle varie problematiche relative alla crisi sociale causata dal coronavirus: psicologiche, solitudine individuale, crisi occupazionale e lavorativa, bisogno di assistenza medica e/o alimentare.

“Sono estremamente felice di poter lavorare al fianco di Pubblicità Progresso alla realizzazione di questa importante campagna creativa. Da mesi abbiamo adottato un distanziamento fisico che ha cambiato il nostro modo di relazionarci ma se questo è ancora fondamentale per limitare la diffusione del virus, non dobbiamo invece perdere di vista la coesione sociale, quindi l’attenzione verso gli altri, a livelli differenti.” – commenta Alessia Oggiano, Co-Founder e Managing Director di The Big Now/mcgarrybowen “La comunicazione deve oggi far leva sul senso di appartenenza, sul rispetto e sull’importanza di essere tutti allineati, poiché siamo parte di qualcosa di grande e collettivo, che va oltre il singolo”.

Presieduta da Andrea Farinet, Fondazione Pubblicità Progresso, è dal 1971 al servizio della crescita civile e sociale del nostro Paese. Il suo intento è di contribuire, attraverso campagne televisive, editoriali e digitali, a progetti di comunicazione sociale per sensibilizzare l’opinione pubblica su temi civili, culturali ed educativi della nostra comunità. Tra i suoi soci promotori: ASSIRM, AAPI, Discovery Channel, FIEG, IAP, Publitalia ’80, RAI, Rtv San Marino, SKY, UNA-Aziende della Comunicazione Unite e UPA-Utenti Pubblicità Associati.