Top Manager Reputation: Elkann, Starace e Messina sul podio

John Elkann (75,87) a luglio conquista il primo posto nella classifica Top Manager Reputation, l’Osservatorio permanente di Reputation Science sulla reputazione online dei vertici delle aziende attive in Italia. Il Presidente di FCA, ha lanciato il progetto “Arcipelago Educativo” di Fondazione Agnelli e Save The Children per supportare il percorso educativo dei bambini che hanno sofferto particolarmente le disuguaglianze sociali nell’accesso alla formazione durante l’emergenza sanitaria.

Positivi per la sua reputation anche l’accordo FCA-PSA e la presentazione al Quirinale della Nuova Fiat 500 elettrica. Al secondo posto anche l’AD di Enel, Francesco Starace (73,61), è impegnato sul fronte dell’educazione con il progetto di Enel Cuore e Treccani per il sostegno dello studio a distanza e nella presentazione annuale delle “100 Italian e-mobility stories 2020”. Sale al terzo Carlo Messina (68,04), premiato da numerose rilevazioni positive sull’Ops lanciata da Intesa Sanpaolo su Ubi Banca. Guadagna una posizione anche Claudio Descalzi (65,38) che ha annunciato di voler candidare al primo bando del Fondo per l’innovazione europeo il progetto di Eni per il nuovo hub di Ravenna che darà vita al più grande centro al mondo di cattura e stoccaggio di CO2. Scende al quinto Urbano Cairo (64,60)per le contestazioni calcistiche. Giorgio Armani (62,57) è stabile al sesto, mentre Matteo Del Fante (60,77) guadagna una posizione e sale al settimo, seguito da Remo Ruffini (59,46), Marco Alverà (58,66) e Francesco Caio (57,96). Fabrizio Palermo (57,94) guadagna tre posizioni e sale all’undicesimo posto grazie a diverse iniziative di Cdp come il prestito di 7 milioni all’Ospedale Maggiore di Parma, la società benefit con Snam per il rimboschimento, il protocollo d’intesa con Unicredit per il sostegno del territorio e delle imprese italiane colpite dall’emergenza.

La decisione di donare i capi di abbigliamento che, a causa dell’interruzione temporanea delle vendite per il Covid, si trovano ancora nelle boutique di tutto il mondo, fa guadagnare a Brunello Cucinelli (57,89) dieci posizioni in classifica e il dodicesimo posto. Chiudono la top 15: Pietro Salini (57,78), Alessandro Benetton (56,52) e Leonardo Del Vecchio (56,03). In Top 100 (www.topmanagers.it) crescite rilevanti di: Federico Marchetti (27°, +12) che entra nel CDA Armani come consigliere indipendente e festeggia i 20 anni di Yoox; Gian Maria Mossa (31°, +10), AD di Banca Generali, che a giugno registra una raccolta netta positiva per 509 milioni di euro; Bianca Maria Farina (47°, +13), Presidente di Poste, che è intervenuta sul ruolo delle assicurazioni nel rilancio post Covid;  Louis Carey Camilleri (64°, +10), AD di Ferrari, che ha ottenuto la certificazione Equal Salary per la parità di retribuzione tra donne e uomini con le stesse qualifiche e mansioni.