Massimo Righini lascia Banijay Italia

Dopo 6 anni in Banijay Italia, prima come Creative Producer e poi come Chief Creative Officier di Nonpanic Banijay, Massimo Righini lascia il suo incarico per nuove prospettive. Righini saluta i suoi colleghi: “Auguro al “nuovo” gruppo Banijay di portare in alto la creatività italiana e raggiungere tutti i successi che merita.”

Massimo Righini

Massimo Righini è un apprezzato produttore creativo, autore e giornalista, con oltre 20 anni di esperienza nel settore dei media e dell’intrattenimento, che lavora sia per le reti televisive che per le società di produzione.

Ha una vasta esperienza nello sviluppo di contenuti, scouting di formati internazionali, adattamento locale, programmazione, trattative commerciali e competenza nell’allineare le parti interessate attorno a una visione creativa.

Nel corso degli anni ha lavorato attraverso diversi generi non-scripted (reality, talent, giochi, factual, intrattenimento leggero, documentari), ideando e scrivendo più di 80 programmi tra cui gli adattamenti locali dei successi mondiali come Bake Off, Ninja Warrior, matrimonio a prima vista, This time next year, The Mole, Guess my age, Il Collegio, Ma come ti vesti, Best in town, Changing rooms e produzioni originali come Singing in the car, Amici, Uomini & Donne, Domenica Live, Forum, Ciao Darwin, Camionisti in Trattoria, Chi ti Conosce?.

Nel suo ultimo ruolo di Chief Creative Officer di NonPanic (Gruppo Banijay), Massimo ha guidato lo sviluppo creativo, lo scouting di formati internazionali, tiri e ha costruito relazioni durature con le reti, posizionando l’azienda al top del settore intrattenimento e offrendo alle reti produzioni di successo.

Prima di entrare a far parte del Gruppo Banijay, ha lavorato per due decenni a diversi programmi del Gruppo Mediaset e ha collaborato anche con Endemol-Shine, Fascino e Magnolia su diverse commissioni per Rai, Discovery e Sky. Ha anche ricoperto il ruolo di Head of Channel, Programming & Content of Agon Channel.