Yiqing Yin, protagonista della campagna “One of not many” di Vacheron Constantin

274

Vacheron Constantin svela il nuovo volto della campagna di comunicazione “One of not many”. Yiqing Yin, enfant prodige della Haute Couture, si aggiunge alla rosa dei talenti che hanno scelto di collaborare con la Maison. Sarà l’emblema della collezione Égérie, rivolta alle donne e lanciata dalla Manifattura a febbraio 2020.

Nata a Pechino nel 1985, Yiqing Yin comincia a viaggiare sin da bambina. All’età di quattro anni, si trasferisce prima in Australia, poi in Francia. Per Yiqing Yin, laureata all’École Nationale Supérieure des Arts Décoratifs di Parigi e animata da una visione innovativa della Couture, gli abiti sono una seconda pelle, un involucro leggero e flessibile. Esplorando le potenzialità dinamiche delle pieghe, immagina strutture vivaci che non sono mai statiche ed esprimono volumi in movimento, sperimentando il drappeggio dei capi alla ricerca di linee fluide e progettando forme morbide basate su architetture suggestive. Yiqing Yin si dice attratta dalla “creatività intuitiva, dal girovagare sensoriale e dalla ricerca della casualità volontaria”.


Riconosciuta e rispettata nella cerchia degli appassionati di Haute Couture, con i designer e gli orologiai e artigiani di Vacheron Constantin condivide l’attenzione per il dettaglio e l’amore per la scoperta. È così che il mondo dell’alta moda si intreccia con l’universo dell’Alta Orologeria. In entrambi l’artigianato, la competenza e la rarità non possono prescindere dalla passione e dall’ingegno: una vocazione che si reinventa costantemente durante il processo creativo. La collezione Égérie simboleggia questo incontro attraverso il quadrante plissé e il design decentrato.

La campagna “One of not many”, lanciata nel 2018, presenta talenti la cui personalità e il cui lavoro esprimono la costante ricerca dell’eccellenza, l’apertura al mondo, lo spirito di innovazione e la creatività tipici di Vacheron Constantin. Sono personalità singolari, visionarie e appassionate, esperti riconosciuti nel proprio campo, che possiedono anche l’anima degli intenditori.