“Ornellaia Wine & Talks” domani ultimo appuntamento

Quarto ed ultimo appuntamento su Instagram Live con la prima serie di degustazioni virtuali griffate “Ornellaia Wine & Talks” e condotte da Axel Heinz, Direttore della tenuta, alla scoperta dei vini di una delle aziende più iconiche del panorama vitivinicolo internazionale. Domani si terrà una specialissima degustazione di tre annate da sogno di Ornellaia: 1998, 2001 e 2006, cioè quei millesimi che tanti collezionisti del mondo hanno nella propria cantina, bottiglie agognate in tutte le aste internazionali perché hanno fatto la storia dell’enologia bolgherese ma non solo.

La prima serie di 4 episodi settimanali ha già visto un ottimo successo di pubblico, specie “esperti di settore”, da tutto il mondo.

“Rinnovo innanzitutto il mio personale ringraziamento verso medici, infermieri e tutto il personale sanitario che negli ospedali d’Italia hanno fatto e continuano a fare un lavoro straordinario per tutti noi. Terminata l’emergenza sanitaria, auspico che la Fase2 potrà restituire un po’ di serenità a tutte le nostre famiglie, le più provate dall’emergenza provocata dal Coronavirus. Ornellaia continua ad essere vicina a tutti coloro si trovano ad affrontare questa situazione senza precedenti. Continuiamo oggi col nostro piccolissimo contributo per tutti coloro che sono obbligati a stare in casa, e per questo appuntamento ho scelto tre iconiche annate di Ornellaia, 1998, 2001 e 2006 periodo complicato come l’attuale, con la speranza di uscirne tutti insieme quanto prima rinnovati.” – commenta Axel Heinz, voce narrante della serie.

L’appuntamento è perciò domani Martedì 28 aprile ore 15.00 (ore 18.00 in lingua inglese) con la verticale dedicata a tre annate da favola di Ornellaia: 1998, 2001 e 2006.

ORNELLAIA BOLGHERI DOC SUPERIORE ROSSO – Il desiderio di esprimere le eccezionali qualità della tenuta è stato fin dal principio alla base della filosofia di Ornellaia. Ornellaia è una cuvée di Cabernet Sauvignon, Merlot, Cabernet Franc e Petit Verdot, espressione fedele di un terroir unico da sempre in armonia con la natura.

ORNELLAIA 1998 è composto al 60% di Cabernet Sauvignon; 35% di Merlot; e per 5% di Cabernet Franc.  Nell’annata 1998 l’inverno è stato caratterizzato da precipitazioni un po’ più abbondanti rispetto agli anni precedenti con temperature miti ed un inizio primavera leggermente più fresco rispetto agli anni precedenti. Il germogliamento si è concluso nei primi giorni di aprile in modo molto omogeneo. A partire da maggio le temperature erano nella norma della stagione e la fioritura delle vigne è avvenuta omogeneamente tra il 20-25 Maggio. Per tutta l’estate, e fino al momento della vendemmia, il tempo è stato soleggiato, senza precipitazioni. Le temperature sono state nella media ed i vigneti hanno continuato il loro sviluppo nelle migliori condizioni. Questo andamento climatico ha portato ad un’ottima invaiatura. All’inizio di agosto si è effettuato un diradamento di circa il 20% per il Merlot e 5% circa per il Cabernet Sauvignon. La vendemmia del Merlot ha avuto inizio durante la prima settimana di settembre e si è protratta fino a metà settembre. È iniziata poi la vendemmia dei Cabernet. La vendemmia si è conclusa all’inizio di ottobre. La raccolta è stata effettuata interamente a mano in casse di massimo 15 Kg. L’uva è stata portata in cantina in ottime condizioni con eccellente omogeneità di maturazione.

ORNELLAIA 2001 è composto al 65% di Cabernet Sauvignon; 30% di Merlot; e per 5% di Cabernet Franc.  L’inverno 2001 è stato caratterizzato da temperature miti e precipitazioni superiori alla media, provocando un germogliamento anticipato che si è verificato fra gli ultimi giorni di marzo ed i primi giorni di aprile. La primavera, con piogge frequenti e temperature medie, ha portato l’inizio della fioritura a metà maggio per il Merlot per concludersi alla fine del mese con il Cabernet Sauvignon. L’estate 2001, con temperature nella norma e rare precipitazioni, ha permesso una maturazione omogenea delle uve. All’inizio del mese di luglio si è effettuato un diradamento del Merlot (ca. 30%) e successivamente del Cabernet Sauvignon (ca. 0%) per assicurare la maturazione del frutto restante in condizioni ottimali. Il bel tempo ha caratterizzato il periodo della vendemmia con giornate calde ed assolate e notti fresche. La vendemmia ha avuto inizio con la varietà Merlot nei primi giorni di settembre con i vigneti giovani; è stata quindi interrotta per una settimana per permettere ai tannini dei vigneti più vecchi una perfetta maturazione ed è ricominciata per concludersi a metà mese. La vendemmia del Cabernet Sauvignon è iniziata la terza settimana di settembre e si è conclusa il 5 di ottobre. I sentori di frutti rossi e neri maturi ed il grande equilibrio tra i tannini vellutati creano, insieme agli altri elementi strutturali, un vino corposo e con un finale incredibilmente persistente.

ORNELLAIA 2006 L’Esuberanza è composto al 56% di Cabernet Sauvignon; 27% di Merlot; 12% di Cabernet Franc; e 5% di Petit Verdot. La prima fase della stagione 2006 è stata caratterizzata da mesi invernali freddi e piovosi che hanno lasciato in dote un ritardo nel germogliamento che le calde giornate primaverili non hanno recuperato, portando così la piena fioritura nella prima settimana di giugno. La consueta vigoria dei germogli ha accompagnato una buona produttività che anche nei vigneti più giovani è stata regolata ad arte da un diradamento dei grappoli di modesta entità, sinonimo di equilibrio vegeto-produttivo. L’estate, quasi priva di precipitazioni sulla costa Toscana, è stata fortunatamente accompagnata da temperature mai eccessive e questo andamento ha consentito alle viti di sviluppare un buon potenziale aromatico. Le uve si sono così presentate all’inizio della vendemmia in modo perfetto: concentrate e omogeneamente mature. L’inizio del mese di settembre, soleggiato e ventilato, ha concesso di raccogliere le uve Merlot e Cabernet Franc nel momento più opportuno. Le piogge insistenti del 15-16 settembre hanno rallentato la maturazione dei Cabernet Sauvignon: è stato però sufficiente aspettare qualche giorno in più perché anche queste uve arrivassero perfette in cantina dove le operazioni di vendemmia si sono concluse nel tardo pomeriggio del 4 ottobre. La principale caratteristica di Ornellaia 2006 è senza dubbio la sua Esuberanza. Vino concentrato, potente e di un’intensità immediatamente percepibile. Ricco di profumi, tannini, con una buona acidità e con tutti i componenti perfettamente bilanciati tra loro. L’espressione finale risulta di grande eleganza.

Ecco il programma dei primi 4 appuntamenti che si concluderà domani:

• Martedì 7 aprile ore 15.00 ha visto la presentazione dell’annata 2017 “Solare” di Ornellaia e di Ornellaia Bianco.

• Martedì 14 aprile ore 15.00 ha visto un focus sulle diverse espressioni di Ornellaia con “Le Serre Nuove dell’Ornellaia 2017” e di “Poggio alle Gazze dell’Ornellaia 2018”.

• Martedì 21 aprile ore 15.00 ha visto protagonista una verticale delle ultime tre annate di “Le Volte dell’Ornellaia”, il vino più giovane ed informale della tenuta bolgherese, nei millesimi 2016, 2017 e 2018.

• Martedì 28 aprile ore 15.00 si terrà una specialissima degustazione di tre annate da sogno di Ornellaia: 1998, 2001 e 2006, cioè quei millesimi che tanti collezionisti del mondo hanno nella propria cantina, bottiglie agognate in tutte le aste internazionali perché hanno fatto la storia dell’enologia bolgherese ma non solo.