Vizi pubblicitari – Il cattivo gusto non conosce frontiere

791

di Federico Unnia

Il cattivo gusto non conosce frontiere linguistiche e di cultura. Lo conferma l’ingiunzione di desistenza emessa, e non opposta, dal Presidente del Comitato di Controllo nei confronti del messaggio pubblicitario “Sich perfekt zu inszenieren ist alles. Wir präsentieren deine Immobilie von ihrer besten Seite!” relativo ad all’agenzia Rimmo Immobilare, pubblicato sul settimanale  Ff Sudtiroler Wochenmagazin ad inizio febbraio 2020.

Il messaggio, che promuoveva i servizi di consulenza immobiliare, mostrava  l’immagine di una donna ripresa da tergo con in primo piano il fondoschiena, mentre era intenta a truccarsi davanti a uno specchio, con in bella mostra una vistosa scollatura sul decolleté. Il claim tradotto in italiano recita “Sistemarsi bene è tutto. Vi presentiamo la tua casa dal lato migliore”.

Secondo il Comitato di Controllo, siffatta comunicazione commerciale nell’interazione tra claim e immagine proponeva una rappresentazione svilente della persona, ponendosi  così in contrasto con l’art. 10 del Codice. La figura femminile era strumentalizzata al solo scopo di attirare l’attenzione del pubblico. La comunicazione, conclude il Comitato,  creava una commistione di piani tra il corpo della donna e il servizio che si pubblicizza, con una inaccettabile mercificazione della persona.

Da qui il blocco.