Infermieri del futuro: ecco i master più interessanti

Le professioni sanitarie sono da sempre percorsi di studio che i neodiplomati prediligono perché sono quelli che garantiscono un più facile accesso nel mondo del lavoro. Tra queste, una delle più gettonate è Infermieristica. 

Nonostante i primi dati che giungono dalle università pubbliche rivelano un abbassamento del numero d’iscrizioni per l’anno accademico corrente, la laurea in Infermieristica è ritenuta una delle più importanti e più sicure per il futuro visto che prepara a svolgere un mestiere ben definito. 

Certo, i neolaureati in Infermieristica dovranno vedersela con un bel po’ di concorrenza. Inoltre, una volta preso un posto di lavoro, potrebbe essere difficile avanzare nella carriera se si possiede solo il diploma di laurea. Per tutti questi motivi, potrebbe essere un’idea provare a iscriversi a un master in infermieristica

In questo modo, il futuro infermiere può acquisire delle competenze specifiche in più che lo rendano più qualificato davanti a un possibile datore di lavoro. Bisogna anche considerare che il campo medico è sempre in evoluzione con tutte le scoperte scientifiche che vengono fatte ogni anno. Quindi, un aggiornamento e un approfondimento sono non solo consigliabili, ma anche auspicabili. 

Ma quale master scegliere?

L’offerta è molto vasta. C’è un’ampia offerta data non solo dalle università pubbliche, ma anche da quelle telematiche. La UniCusano, ad esempio, mette a disposizione master online accessibili e utili soprattutto per chi già lavora e non può permettersi di frequentare dei corsi. Tra questi, c’è:

  • ● il master in management delle cure primarie e territoriali, che mira a formare e rendere in grado gli infermieri di fornire le cure e le assistenze territoriali;
  • ● il master in infermieristica e ostetricia legale e forense in cui ci si specializza nell’ambito forense;
  • ● il master in area critica ed emergenza sanitaria che esplora l’area critica in modo da fornire le competenze per le valutazioni cliniche, l’assistenza e la rivalutazione critica nelle situazioni di emergenza. 

In generale, quando si parla di master in infermieristica si distinguono quelli che riguardano l’ambito clinico e quelli che si interessano più all’aspetto organizzativo e gestionale. 

Quelli di tipo clinico approfondiscono alcuni aspetti del lavoro infermieristico. Alcuni esempi sono i master di strumentazione in sala operatoria, in geriatria, in cure palliative o di ricerca clinica o infermieristica. A livello di management, invece, si può approfondire il settore che riguarda il coordinamento delle professioni sanitarie o dei rischi di tipo organizzativo.

Per valutare bene le diverse offerte formative, bisogna guardare ai nomi che compongono il corpo docente, al tipo di prove di selezione e quali possibilità di stage offre un percorso simile. Tutti questi elementi sono fondamentali per giudicare il master in infermieristica più adatto ai propri obiettivi e interessi. 

Al di là della singola scelta, bisogna ricordarsi che qualsiasi master deve essere un’occasione di crescita personale e professionale. Quindi, deve essere un master che si sposi bene con il percorso di studi e con gli interessi personali.