Santelli chiama Klaus Davi con l’ok di Salvini e Berlusconi

di Mario Modica

Non è esattamente politicamente un sovranista visto che si è sempre definito un liberal di sinistra, ma ha sempre coltivato ottimi rapporti con tutto l’asse politico un po’ per il suo lavoro di giornalista e un po’ per la sua attività di consulenza trasversale e che ha coinvolto tutti i partiti dal Pd  a Fratelli di Italia .

Ora lo attende una sfida importante : il rilancio dell’immagine della Calabria, una regione splendida ma martirizzata da una presenza asfissiante delle cosche e del malaffare. Ieri Jole Santelli, neo presidente della Regione reduce da un trionfo elettorale,  lo ha ufficialmente arruolato fra i suoi collaboratori con un comunicandolo urbi et orbi  alle agenzie .

I termini della collaborazione verranno definiti nei prossimi giorni, ma per Klaus l’aspetto formale non sembra dirimente. “Posso fare il consulente, l’assessore, il sottosegretario, l’ambasciatore i titoli si trovano” ha detto all’Ansa. Quello che è certo che il via libera alla collaborazione è arrivata direttamente da Roma anche da big come Silvio Berlusconi e Matteo Salvini (incontrato proprio ieri dalla ex deputata forzista come scrive la Gazzetta del Sud )  che hanno molto apprezzato il suo impegno di consigliere comunale a San Luca, indicato dal magistrato Nicola Gratteri il ‘santuario universale della Ndrangheta’ .

Il massmediologo , il che non guasta, da due anni è anche  uno degli opinionisti più apprezzati  del Biscione  mentre con Matteo Salvini il massmediologo ha condotto battaglie  per riportare il voto a San Luca dopo 11 anni.