Ricola presenta Giovanni e lo straordinario mondo delle piante

Ricola ha fatto da trait d’union tra Stefano Mancuso, scienziato neurobiologo vegetale, e Giovanni Storti, amato attore del trio Aldo, Giovanni e Giacomo, e li ha messi insieme sulla base di un comune interesse le piante, per svelare simpatici aneddoti su questo affascinante mondo.  

Scopriamo attraverso questo progetto speciale di branded entertainment marketing a firma Ricola cosa sono veramente le piante grazie appunto all’amicizia tra un uomo che le conosce bene, il professor Stefano Mancuso, e uno che le capisce male, l’appassionato Giovanni Storti. 

Il frutto di questo incontro è una serie di 5 puntate che dimostrano in maniera adorabile ma inconfutabile che le piante sono intelligenti, dormono, vedono, ricordano e che riconoscono persino i parenti.  

  1. 1. Giovanni e la pianta guardona,  on line da lunedì 2 marzo  

Ma le piante possono spiarci?  Solo il neurobiologo vegetale Stefano Mancuso può svelare a Giovanni se i suoi segreti sono al sicuro. Le piante hanno tutto il corpo, soprattutto le foglie, ricoperto di fotorecettori che permettono loro di percepire la luce, ma sembra che abbiano anche la capacità di percepire le forme. La Boquilla Trifoliata ne è l’esempio.

  1. 2. Giovanni e il pregiudizio da sdradicare,  on line dal 9/3   

Ce lo siamo chiesti tutti, dormire con le piante fa male?  Solo Stefano Mancuso può ridare il sonno a Giovanni, fornendogli l’esempio di quanta anidride carbonica producono le piante e gli esseri viventi.  Le piante di giorno producono ossigeno, che è ciò che ci permette di sopravvivere; di notte la produzione di ossigeno termina, ma comincia una piccola produzione di anidride carbonica.

  1. 3. Giovanni e il cactus di Rubik,  on line 16/3 

Le piante sono intelligenti?  Solo Stefano Mancuso può risolvere il rompicapo di Giovanni dando l’esempio della pianta di pomodoro.  Se per intelligenza si intende la capacità di risolvere i problemi, di sicuro le piante lo sono.

  1. 4. Giovanni e il pino che non dimentica,  on line 23/3 

Le piante hanno la memoria lunga?  Solo Stefano Mancuso può svelare a Giovanni il perché del comportamento del suo pino, attraverso l’esempio della Mimosa Pudica.  Le piante ricordano quasi tutto quello che gli è accaduto.

  1. 5. Giovanni e la pianta dall’aria familiare,  on line30 /3  

Le piante riconoscono i parenti?  Solo Stefano Mancuso può risolvere il dubbio di Giovanni, dando l’esempio delle radici di piante con la stessa madre e con madre diversa.  Le piante riescono a percepire chi sta vicino a loro e si comportano di conseguenza.

Cinque storie scientifiche, narrate in chiave ironica da due protagonisti d’eccezione, che finiscono con un unico “augurio di bontà”, da parte di Ricola.  

Le pillole saranno soggetto di una campagna di comunicazione e branded content marketing di sei settimane pianificata sulla pagina Facebook di Ricola Italia e il canale Youtube Ricola.