Assoconsult confluisce in Confindustria Intellect

291
Donatella Consolandi

“Confindustria Intellect è lieta di accogliere Assoconsult che, già presente nel sistema confindustriale, confluisce oggi nella sua casa naturale, quella dei servizi dell’intelletto”, annuncia la Presidente Donatella Consolandi.

Confindustria Intellect, Federazione Italiana della Comunicazione, Consulenza, Ricerche e Web Publishing, si pone oggi come filiera di intelligenza e innovazione nell’ambito del sistema confindustriale, perseguendo l’obiettivo di disegnare l’ampio perimetro del settore dei servizi professionali alle imprese, cioè dei servizi ad alto contenuto intellettuale, che negli ultimi anni ha dimostrato di essere un settore sempre più decisivo per lo sviluppo dell’economia italiana, capace di creare valore, crescita e nuova occupazione.

“L’attuale contesto socio-economico, caratterizzato da forte complessità e dinamicità”, prosegue Donatella Consolandi, “condiziona la richiesta di servizi espressa dai clienti: la domanda è sempre più articolata, prevede il ricorso a figure professionali che appartengono ai diversi settori che compongono il mondo dei servizi di business strettamente correlati alla conoscenza. In questo contesto”, continua la Presidente di Confindustria Intellect, “l’ingresso nella Federazione di Assoconsult, che oggi – con circa 100 aziende associate – raccoglie le più importanti imprese di consulenza presenti in Italia, concorre al consolidamento della rappresentanza del settore dei servizi professionali all’interno del Sistema di Confindustria, e ne conferma l’importanza. Raggiunto l’obiettivo di riunire e rappresentare tutte le organizzazioni che operano nei settori della comunicazione, consulenza, ricerche di mercato” conclude la Presidente “Confindustria Intellect proseguirà il proprio percorso attuando ogni iniziativa utile a favorire e tutelare gli interessi degli associati, promuovendo altresì progetti che, pur nel rispetto delle diverse realtà presenti, affrontino importanti tematiche comuni quali, per esempio, quelle legate ad un contratto di lavoro della categoria”.

Costituita nel 1997 Confindustria Assoconsult è l’Associazione che rappresenta le imprese di Consulenza di Management in Italia. Un settore le cui aziende operano in maniera trasversale sia nelle grandi industrie private sia in quelle pubbliche e che oggi vale un giro d’affari complessivo di 4.5 miliardi di euro e che da lavoro a 45.000 professionisti. Assoconsult aderisce a FEACO, la Federazione Europea delle Associazioni di Management Consulting e ad ECSSA, la Federazione Europea delle Associazioni di Ricerca e Selezione. Il mondo del Management Consulting inoltre in Italia assume circa 3.300 laureati dalle università specializzate ogni anno, con un tasso di occupazione postlaurea che supera il 90%.

Marco Valerio Morelli

“L’intento di Assoconsult è da più di trent’anni quello di aiutare a qualificare e far conoscere la Consulenza di Management nel nostro paese. Sviluppando iniziative, producendo studi e creando sinergie con tutti gli attori in campo; con un’azione di lobby nei confronti delle Istituzioni e dei nostri stakeholder che, soprattutto negli ultimi anni, ha portato risultati eccellenti”. Queste le parole di Marco Valerio Morelli, Presidente di Assoconsult. “Il fatturato del nostro settore negli ultimi cinque anni è cresciuto quasi del cinquanta percento, a dimostrazione di un’esigenza sempre più forte da parte del mercato di competenze derivanti dall’uso delle nuove tecnologie e dei nuovi modelli organizzativi, che disegnano continuamente nuovi intrecci tra capacità tecnica e gestionale. Abbiamo così aiutato le imprese nella recente trasformazione indotta da Industria 4.0 e nella conseguente, necessaria, digitalizzazione. Ma numerosi altri sono i servizi che da anni forniamo al mercato; internazionalizzazione e change management per citarne due tra i più importanti. In questo scenario il capitale umano è il protagonista assoluto – ha continuato Morelli – e genererà sempre più valore; soprattutto se non porrà limiti ad una continua formazione. Sapere di non sapere è la chiave. Ecco perché il ruolo della Consulenza è quello di aiutare a crescere, innovando; ed ecco perché in questo senso l’ingresso in Intellect per un rilancio che coinvolga tutta la filiera dei settori rappresentativi della consulenza è per noi un momento di svolta importante. Per un futuro che ci veda ancora protagonisti, al fianco di nuove realtà, nella galassia Confindustria così come nella vita del sistema paese”.