“Quello che saremo” la campagna del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca

599

Oggi durante una conferenza stampa nella sala stampa del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca il Ministro Lorenzo Fioramonti ha presentato la nuova campagna di comunicazione “Quello che saremo”, made in Latte Creative.

La campagna si interroga sui luoghi dove si progetta l’Italia del 2050. E il Ministero sa che i palazzi in cui si decide quello che saremo non sono solo quelli del Governo e del Parlamento, ma anche le scuole secondarie di I e di II grado, le università, i laboratori. 

L’idea gioca sull’affinità semantica che lega alcuni termini delle istituzioni scolastiche e democratiche. E così l’aula più importante del Paese è quella classe in cui ogni giorno i nostri docenti insegnano con passione. Il futuro si decide tra i banchi, soprattutto quelli scolastici dove gli studenti imparano e crescono. E la coalizione per il domani sono i team di ricercatrici e ricercatori che in ogni ambito si distinguono a livello internazionale. 

Una strategia di comunicazione che punta tutto sul digitale e prevede, inoltre, un racconto attraverso volti noti del mondo della cultura, dello spettacolo e della ricerca per narrare come l’istruzione, la scuola, la ricerca possano cambiare la vita personale e incidere sullo sviluppo del sistema-Paese.

Alla campagna per il MIUR ha lavorato l’agenzia di comunicazione Latte Creative, con la direzione creativa Lorenzo Terragna, la coppia creativa Nicole Romanelli (copywriter) e Antonella Romano (art director) e i digital strategist Claudio Riccio e Isabella Borrelli.