Con La Gazzetta dello Sport il libro ufficiale “1899-2019 Milan 120”

481

“Saremo una squadra di diavoli. I nostri colori saranno il rosso come il fuoco e il nero come la paura che incuteremo agli avversari”. Con queste parole il 16 dicembre 1899 Herbert Kilpin fonda ufficialmente il Milan Football & Cricket Club, che tra pochi giorni festeggerà 120 anni di storia. Una storia epica e avvincente come un romanzo che La Gazzetta dello Sport ha deciso di raccontare in un libro, disponibile in edicola dal 29 novembre. 

Il libro “1899-2019 Milan 120” è composto da undici diversi capitoli e permette sia una lettura cronologica, per conoscere la storia del club rossonero, sia una lettura tematica, per approfondire retroscena e curiosità sulle tattiche di gioco, i campioni, le grandi partite.

Il volume inizia dal calcio dei pionieri, il primo campionato vinto e la prima partita giocata sul manto di San Siro, per poi passare all’indimenticabile Milan del Paròn Rocco e di Cesare Maldini, capaci di portare i colori rossoneri sul tetto d’Europa. Segue la leggendaria “Era Berlusconi”, iniziata con una presentazione trionfale all’Arena di Milano, sulle note dell’Aida: oltre un trentennio, dal 1986 al 2017, in cui il Milan ha scritto la storia del calcio, non solo italiano. 

I rossoneri diventano la squadra più forte del mondo, grazie alla rivoluzione tattica del mago di Fusignano Arrigo Sacchi e a un gruppo di campioni di classe assoluta: i tre olandesi Van Basten, Gullit e Rijkaard, e lo zoccolo duro italiano con Baresi, Maldini, Tassotti, Costacurta, Donadoni, Massaro e Ancelotti, per citarne alcuni. Ogni anno nuovi campioni arricchiscono di classe e talento la squadra, da Boban a Savicevic, da Desailly a Baggio e Papin, mentre in panchina Sacchi lascia il posto a Fabio Capello, subito capace di vincere un’altra Coppa Campioni trionfando sul Barcellona di Cruijff. 

La storia e il libro continuano nel nuovo millennio: lo scudetto di Zaccheroni vinto in rimonta grazie ai gol di Bierhoff, Weah e Leonardo, poi il Milan di Ancelotti che grazie alle reti di Inzaghi e Shevchenko, le geometrie di Pirlo e Seedorf, le corse di Cafu, i dribbling di Kakà, la grinta di Gattuso e l’eleganza di Nesta si laurea altre due volte campione d’Europa, sconfiggendo la Juventus nella storica finale del 2003 a Manchester. 

Anche negli ultimi anni, sotto la guida di Allegri (con Ibrahimovic e Thiago Silva in campo) e Montella, vengono alzati al cielo nuovi trofei. La società entra poi in una nuova era, con i passaggi di proprietà che conducono al Milan guidato da Stefano Pioli e tutto l’universo che lo circonda: dalla nuova avveniristica sede, con il Museo Mondo Milan al proprio interno, alla squadra femminile allenata Maurizio Ganz, passando per i fan club sparsi in tutto il mondo.

Terminata la parte storica, il volume, arricchito da foto e prime pagine de La Gazzetta dello Sport a corredo delle vittorie più importanti del club, presenta sei capitoli di approfondimento trasversale: si parte dai grandi difensori che hanno reso celebre la squadra rossonera, per passare ai bomber, agli idoli di San Siro, da Giovanni Lodetti a Ronaldinho, alla Top 11 di tutti i tempi per continuare con le dieci partite entrate nella storia del club, corredati dai tabellini e le prime pagine della rosea che le hanno rese eterne. 

L’ultimo capitolo, infine, è dedicato ai più significativi derby rossoneri, dal 6-0 con doppietta di Gianni Comandini, alla stracittadina ricordata per l’imperioso stacco di Hateley. 

Il libro “1899-2019 Milan 120”,216 pagine, interamente a colori, sarà in edicola da venerdì 29 novembre con La Gazzetta dello Sport a 12,99€. A firmare i diversi capitoli del volume sono Alessandra Bocci, Luca Bianchin, Stefano Cantalupi, Marco Fallisi, Alessandra Gozzini, Luigi Garlando, Marco Pasotto, Andrea Masala, Nino Minoliti, Andrea Schianchi e Mauro Suma.