Gli ospiti di IF! Italians Festival pronti a “mettersi scomodi”

398

Il conto alla rovescia per IF! Italians Festival è iniziato. Come gli anni passati, anche la sesta edizione dell’evento dedicato alla creatività a 360 gradi organizzato e promosso da ADCI – Art Directors Club ItalianoUNA – Aziende della Comunicazione Uniteinsieme al main partner Google prevede una fitta e varia agenda di incontri, approfondimenti e interviste scandita dalla partecipazione di ospiti d’eccezione. 

L’apertura della tre giorni che animerà BASE Milano è prevista per giovedì 7 novembre alle ore 19.00 con ADCI Shortlist Party, l’evento gratuito e aperto al grande pubblico durante il quale sarà possibile prendere visione delle campagne finaliste agli ADCI Awards, in attesa della premiazione in programma sabato 9 novembre.

A far da cornice a tutto l’evento il tema di quest’anno, “Mettetevi Scomodi”, che sarà declinato attraverso gli appuntamenti di tre percorsi tematici: scelte coraggiose, cambi di prospettiva e (dis)intermediazione.

Le scelte coraggiose raccontate da Matteo Caccia, Luca Vergano, Erik Kessels e Massimo Recalcati

Il primo percorso racconta come oggi sia necessario per i brand, in generale, e per la creatività pubblicitaria, in particolare, fare scelte coraggiose, persino scomode, allontanandosi dalle strade già battute per ritrovare rilevanza e consistenza.

Venerdì 8 novembre alle ore 11.30 il conduttore e scrittore Matteo Caccia, co-fondatore di brandstories, porrà l’accento sulla narrazione biografica, evidenziando il rapporto tra vulnerabilità e coraggio, inteso come abbandono del certo per l’incerto creativo, secondo l’approccio sperimentato dagli ex pubblicitari Gianni Miraglia e Stefano Rosselli, protagonisti di un panel moderato da Davide Boscacci.

Alle ore 17.30, durante l’IF! Talk Discomfort is a strategy, Luca Vergano, VP, Strategist di Elephant NY, racconterà come la scomodità possa essere un punto di forza e una strategia vincente, mentre sabato 9 alle 15.15 l’artista-pubblicitario Erik Kessels parlerà del nonsense come modalità ideale per catturare l’attenzione di un pubblico costantemente sollecitato da stimoli e messaggi diversi.

Inoltre, grazie al media partner Youmark, alle ore 18.15 di sabato 9 salirà sul palco di IF! Italians Festival lo psicanalista Massimo Recalcati che indagherà sul rapporto tra regole, creatività e desiderio, nonché sulla scomodità generativa di quest’ultimo.

Cambi di prospettiva insieme a YouTube, Università IULM, Amelia Hartley e Operà Music

Il secondo percorso si concentra sull’esigenza di cambiare (e, spesso, ribaltare) la propria visione per comunicare in modo efficace. Venerdì 8 Stefania Romenti – Ph. D, Professore di Strategic communication presso l’Università IULM di Milano e Adjunct Professor alla IE Business School di Madrid – analizzerà le sfide della corporate communication, oggi chiamata a una nuova assunzione di responsabilità per conquistare la fiducia del target di riferimento. Roya Zeitoune, YouTube Culture & Trends Lead EMEA, invece, illustrerà il ruolo dominante di YouTube come fonte delle principali tendenze comunicative di oggi.

Grazie a Wavemaker è previsto un approfondimento sul social entertainment di TikTok, che trasforma per le nuove generazioni il classico “play” in “create”. Il percorso tematico affronterà anche le opportunità e le criticità dei big data, l’incontro-scontro tra live communication e pubblicità classica, il branded content legato alla serialità, l’importanza di una sostenibilità che non sia solo comunicata, ma anche praticata. Inoltre, venerdì 8 alle ore 15.15 l’IF! Talk con Amelia Hartley (Head of Music, Endemol Shine UK) e moderato da Francesco Menegat, Music Consultant della powerhouse di produzione Operà Music, illustrerà il caso Black Mirror: Bandersnatch, esplorando la “costruzione acustica” di un universo scomodo sul piccolo schermo. 

La (dis)intermediazione raccontata da Enrico Mentana e Linus

Il terzo percorso di IF! Italians Festival affronta la disintermediazione come effetto della digitalizzazione, oltre che le sue ripercussioni su media e mediatori che, pur continuando a esistere, vedono modificarsi i proprii ruoli e linguaggi.

Nella masterclass di venerdì 8 alle 12.15 moderata da Ludovica Federighi (Head of FUSE-Omnicom Media Group), il giornalista Enrico Mentana vestirà eccezionalmente i panni dell’intervistato per spiegare come tra televisione, social media e mezzi digitali, percorrendo strade non battute e sperimentando linguaggi nuovi, sia un punto di riferimento nella narrazione della politica e del costume.

Intervistato d’eccezione anche il celebre speaker di Radio Deejay e direttore artistico di Deejay TV Linus che, alle ore 16.00 di venerdì 9 sarà il protagonista del format “10 domande scomode a…” moderato da Davide Boscacci,  del Comitato Organizzatore di IF!. In particolare, Linus racconterà come lo storico brand Deejay abbia attraversato cambiamenti e nuovi scenari mantenendo un ruolo di primo piano nel panorama mediatico contemporaneo.

Il direttore creativo Javier Campopiano, Chief Creative Officer di Grey Europe, sottolineerà il ruolo cruciale di agenzie veramente creative: l’incontro è in programma per venerdì 8 alle 18.15.

Il percorso lascerà spazio anche alle nuove forme comunicative, come lo smartcasting: l’IF! Talk dedicato all’evoluzione degli assistenti vocali andrà in scena venerdì 8 alle 12.15 e vedrà coinvolti Mauro Del Rio, co-founder della società di “smart content for smart speakers” SOLO, il Responsabile Partnership Google Assistant Greg Marcheteau e i giornalisti Matteo Bordone e Marina Pierri.

A seguire, la roundtable La scomodità come chiave del branded content moderata da Alessandra Lanza, Direttore Generale di IF!, ospiterà lo scrittore e discografico Antonio Dikele Distefano, la manager discografica di Big Picture Mgmt Paola Zukar e David Fischer, founder di Blue Joint Film e Red Joint Film. Al centro dell’incontro i linguaggi e i mezzi più adatti per parlare a una community specifica e il caso Basement Café spiegato dai protagonisti.

Dallo storytelling femminile di Valentina Ricci al confronto tra Frassica e Spaccavento

Gli spunti e gli appuntamenti di IF! 2019 non si esauriscono con i tre percorsi principali. Nella roundtable a cura di Brand News, Fabiana Scavolini (Amministratore delegato di Scavolini) e Stefania Savona (Direttore comunicazione e marca di Leroy Merlin Italia) affronteranno il tema del branded content sulla tv generalista, mentre il fondatore del gruppo editoriale Oltre la media Group Giampaolo Rossi intervisterà lo sceneggiatore e regista Maurizio Nichetti, per approfondire la necessità di rinunciare alla comodità del divano per sedersi sul “letto del fachiro” per trovare punti di vista nuovi. 

Sabato alle 16.45 Valentina Ricci, “La Vale” di Radio Deejay e autrice del romanzo Le posizioni dell’amore, parlerà di storytelling femminile del sesso, prendendo in esame i cult della cultura pop e non – da Sex & the city al pluripremiato Fleabag, passando per le opere di Erica Jong e le Girls di Lena Dunham – che hanno dato voce a una narrazione priva di tabù.

A seguire (ore 17.30) l’attore Nino Frassica affronterà un “confronto scomodo” con Sergio Spaccavento, autore radiofonico e televisivo ed ECD di Conversion, accompagnato dai jingle live della cantautrice Roberta Carrieri.

Gli appuntamenti da segnare in agenda non finiscono qui. Il talk a cura di Facebook Italy Pushing creative boundaries esplorerà la fusione di creatività e tecnologia per generare nuove connessioni tra brand e persone, mentre i docenti e gli studenti di NABA spiegheranno come costruire percorsi didattici fuori dagli schemi per formare i talenti creativi di domani.

Controcolloqui, Directors’ Battle, Focus on: appuntamento con i format storici di IF! 

All’edizione 2019 non mancheranno tutti gli altri format che hanno scritto la storia di IF!. Tra questi il Controcolloquio (sabato 9 ore 15.15), moderato dal Senior Creative di The&Partnership Italia Roberto Ottolino, durante il quale una giovane coppia creativa incontrerà tre affermati direttori creativi con il provocatorio obiettivo di decidere chi “assumere” come proprio capo. Venerdì 8 alle ore 19.00 in programma anche la Directors’ Battle moderata Karim Bartoletti, parte del comitato organizzatore di IF! e consigliere ADCI e CPA, che vedrà la partecipazione dei registi della casa di produzione basata ad Amsterdam Czar

La creatività olandese sarà anche protagonista del Focus on di quest’anno, completamente dedicato ai Paesi Bassi che, negli ultimi anni, stanno dettando il passo nel mondo della comunicazione. Oltre al già citato Erik Kessels, è previsto un contributo dell’agenzia musicale MassiveMusic. Per l’occasione, venerdì 8, Marijn Roozemond, Strategist Music & Brands di MassiveMusic Amsterdam, racconterà come la musica abbia la capacità non solo di trasformare la pubblicità in vere e proprie storie, ma anche di agire sul benessere mentale e fisico.

Numerosi altri ospiti italiani e internazionali si aggiungeranno al palinsesto di IF!. Per ulteriori informazioni e novità consultare il sito https://2019.italiansfestival.it/

“In un panorama frammentato e complesso come quello attuale, bisogna sapersi mettere scomodi. Per lasciare il segno in un universo sovraccarico di input e stimoli, fare rete e lasciarsi ispirare da prospettive inedite e nuovi approcci è assolutamente fondamentale per scongiurare una visione miope della realtà” dichiara Alessandra Lanza, Direttore Generale di IF! Italians Festival. “La partecipazione di prestigiosi ospiti italiani e internazionali incarna perfettamente la volontà del Festival di mettere in comunicazione e intrecciare percorsi affini ma diversi, che insieme possono dare vita a qualcosa di davvero unico e potente”.