Una campagna nuova e sfacciata per Dockers®

379

A settembre, Dockers® lancia la sua nuova campagna ‘To change the world you don’t need a suit’ (non c’è bisogno di un vestito per cambiare il mondo), un epico scontro tra una mentalità moderna rilassata e piena di passioni, rappresentata dai chinos Dockers®, e i rigidi classici valori conservatori simbolizzati da un abito di sartoria. Uno scontro frontale che si svolge quotidianamente nella mente di ciascuno di noi. Quindi, una volta di più, la scelta è tua: percorrere il cammino consueto o avventurarsi fuori dalla propria comfort zone, sfidando lo status quo.

In un mondo in cui avere successo mettendo a frutto una buona idea è più facile che mai, è nata una nuova categoria di imprenditori. Dockers® è il brand che li sostiene dando loro la fiducia di cui hanno bisogno per avere successo. Quello che la campagna #YouDontNeedASuit ci chiede di fare è di mettere a confronto la natura ambivalente della nostra mentalità: il nostro lato conservatore in opposizione a quello avventuriero sfrontato. L’abito rappresenta l’establishment. Dall’altra parte stanno l’elasticità e versatilità dei capi Dockers® che offrono quel comfort e quello stile che consentono di dare il meglio di te quando serve, incoraggiandoti a uscire dalla comfort zone. Con la rivoluzione Casual Friday negli anni Novanta Dockers® ha rivoluzionato il modo in cui gli uomini si vestivano per andare a lavorare dimostrando loro che potevano essere se stessi anche senza indossare un completo. Questa nuova campagna si riallaccia idealmente all’eredità del brand, calando questo messaggio in un contesto moderno e contemporaneo.

“È un’interpretazione moderna delle nostre origini, e lo scopo di Dockers® è di metterti in condizione di sentirti a tuo agio e dare il meglio di te stesso, e per fare questo non hai bisogno di indossare un’uniforme. Dockers® Smart 360 Flex ti consente di avere sul piano fisico ed emozionale quella fiducia in te stesso che ti porta a raccogliere ogni sfida sentendoti bene nella tua pelle. L’abbiamo già fatto col movimento Casual Friday negli anni Novanta e finalmente torniamo a farci sentire con quella voce scanzonata e di rottura che è da sempre parte della storia della comunicazione di Dockers®. L’abito rappresenta l’establishment mentre per la generazione millennials il mondo è pieno di opportunità se hai una mentalità imprenditoriale” Joan Calabia (Brand Marketing Director, Dockers® Europe).

Lo spot comincia con un giovane imprenditore che si è addormentato vestito mentre stava lavorando. Il mattino successivo, quando si sveglia si dirige verso l’armadio per vestirsi quando, improvvisamente, un abito si pone sulla sua strada. A te scoprire quello che succede dopo!

Il film è stato girato a Sofia, in Bulgaria, e si incentra sul combattimento tra il protagonista e l’abito. Per rendere i movimenti realistici e credibili, l’attore inglese Tom Kane ha dovuto imparare la posizione dei cavi in ogni momento lungo tutta la coreografia della lotta. Al fine di costruire la scena l’abito è stato animato tramite una struttura che simulava i suoi movimenti reali con l’aiuto di un gruppo di burattinai vestiti in green chroma, la cui presenza è stata poi cancellata in post produzione. L’obiettivo era di ottenere l’effetto più realistico possibile invece di creare un falso abito in 3D in post produzione. Ci sono volute diverse settimane e svariate opzioni di capi per preparare e provare i movimenti del vestito.