Presentato il Calendario Campari con Milla Jovovich

E’ stata presentata oggi a Milano la 13maedizione del Calendario Campari.  Con il titolo It’s the end of the world, baby! – E’ la fine del mondo, baby! il Calendario Campari 2012 “gioca” con la profezia dell’antica civiltà Maya, che prevede per il 21/12/2012 la fine del mondo come lo conosciamo noi e l’inizio di un periodo di grande trasformazione.
La super model e attrice Milla Jovovich, viene ritratta magistralmente in 12 scatti decisamente fuori dall’ordinario. Ideato per trasportare il pubblico in un sensazionale viaggio visivo, il Calendario interpreta le surreali immagini della fine del mondo.
Milla Jovovich commenta così la sua esperienza: “Questa è stata una sfida molto eccitante per me, sia come modella sia come attrice. Entrambi i ruoli hanno contribuito a dare un tocco teatrale e sofisticato a ciascun avvenimento rappresentato.Il progetto mi ha conquistata da subito, perché si basa su una potente ispirazione e perché rivela un approccio positivo: celebra la vita con un brindisi speciale, con tutte le persone care”.

E’ Dimitri Daniloff, uno dei più interessanti esponenti della fotografia internazionale, a  realizzare la 13ma edizione del calendario Campari. Daniloff parla così del suo lavoro: “Mi entusiasma l’opportunità di lavorare con idee forti  come queste. Quando Campari mi ha trasferito l’idea, ovvero la rappresentazione di un mondo surreale, sapevo che sarebbe stato il progetto perfetto per me. Ho voluto dare a ciascun scenario una luce positiva, cercando di ricreare gli avvenimenti in modo molto scenografico. Gli abiti, lo styling e il set sono stati una parte fondamentale. Talvolta un’acconciatura particolarmente elaborata, altre un trucco molto accurato, ma soprattutto Milla, la vera star di questo progetto fotografico, lo hanno reso spettacolare e incredibilmente glamour”.

L’idea creativa di It’s the end of the world, Baby! è di  Euro RSCG Milano. Con Dimitri Daniloff hanno lavorato al progetto i direttori creativi Eric Loi e Dario Villa, con la direzione creativa esecutiva di Giovanni Porro. La produzione esecutiva è stata affidata alla SeaSun Production.