Dorian Tireli Head of DesignOps di GreatPixel

255

Un nuovo e importante ingresso in GreatPixel, l’agenzia digitale guidata da Giovanni Pola, specializzata sulla UX e sulle tecniche e i processi di Conversion Rate Optimization (CRO). Si tratta di Dorian Tireli che in qualità di Head of DesignOps andrà ad occuparsi di governance dei processi, pipeline e della gestione di attività educational su tematiche innovative, nonché di integrazione con gli aspetti tecnologici. Tireli si interfaccerà con i partner di sviluppo di GreatPixel per migliorare sempre di più i progetti in termini di usability, branding e neuromarketing. 

Dorian Tirelli

Nel corso della sua carriera Tireli ha ricoperto incarichi quali User Experience Manager, Product Designer, Strategic Thinker e Design Leader, aiutando a connettere aziende, prodotti e clienti attraverso una progettazione sempre centrata sulla persona. Molteplici le sue esperienze professionali, anche a livello internazionale:daDirector of User Experience per la multinazionale Mimecast a Londra, a Global Head of User Experience perMaistro PLC sempre nel Regno Unito, senza dimenticare le esperienze maturate in Italia con aziende del calibro di Italiaonline, Trilud, Y-TECH, Sapient e FullSix. 

“Entro a far parte del team di GreatPixel come Head of Design Ops per garantire che il design team diventi una macchina ancora più efficiente, capace di generare output di qualità – dichiara Dorian Tireli – il mio obiettivo sarà quello di costruire  processi di Design che siano ancora più avanzati e innovativi di quelli già esistenti”. Dichiara Giovanni Pola, Ceo e Founder di GreatPixel: ”Siamo  una realtà che lavora con grandi clienti e che sta crescendo nel fatturato, ma anche nella complessità tecnologica dei progetti e nelle aspettative dei clienti. Le nostre sfide sono l’applicazione del neuro marketing e delle tecnologie legate ad ecosistemi tecnologici complessi e all’intelligenza artificiale. Dorian Tireli, andando a creare una forte sinergia con il lavoro dell’Head of UX/UI Tommaso Carapelli, è la figura che ci serviva per continuare a percorrere questa strada di innovazione mantenendo la necessaria affidabilità e solidità.”