Milano sarà la capitale mondiale del Digital Design con i Digital Design Days

443

Dopo il successo delle quattro edizioni precedenti a Milano e a Ginevra, che hanno accolto oltre 7.000 creativi provenienti da 63 Paesi, dal 10 al 12 ottobre torna l’appuntamento con i Digital Design Days: tre giorni di incontri di networking, workshop e masterclass dove, nella nuova location di Superstudio Più, nel cuore del Design District milanese, si potranno incontrare le personalità più influenti del Digital Design e i brand internazionali più creativi.

3000 gli ospiti attesi, provenienti da diversi settori, culture e background: designer e sviluppatori, imprenditori, freelance e startuppers, brand manager, HR manager, producers e marketers che parteciperanno all’evento non solo per aggiornarsi professionalmente sui temi del digital design e dell’innovazione, ma anche per trarre ispirazione, raccogliere insegnamenti e far crescere, con nuovi strumenti, il proprio business. 

Talk e Masterclass con le leggende del digital design provenienti da tutto il mondo: Uber, Spotify, Second Story

50 gli speaker internazionali, molti dei quali veri e propri guru del digital design, che si alterneranno in un fitto programma di conferenze, workshop e attività di networking: un’occasione per imparare tutti i segreti della professione e migliorare le proprie competenze attraverso il confronto diretto con professionisti del calibro di Keri Elmsly, Chief Creative Officer di Second Story – realtà che ha ideato ed elevato l’arte della narrazione digitale, prima rivoluzionando completamente l’esperienza di visita museale poi, dopo l’acquisizione da parte di Sapient Publicis, rivolgendosi anche il mondo retail -, Rasmus Wangelin, Global Design Director Brand di Spotify – professionista con oltre 12 anni di esperienza nel mondo del digital, durante i quali ha lavorato per brand come Nike, Google, Sony, Samsung, Youtube e Intel, ottenendo riconoscimenti importanti come i Cannes Lions, One Show, Art Directors Club, D&AD. Tra gli ospiti ci sarà anche Michael Gough, Vice President Product Design di Uber dove gestisce un team di oltre 250 designer e ricercatori che ogni giorno lavorano al perfezionamento dell’esperienza di Uber e al miglioramento dell’interazione tra esperienza fisica e digitale. 

Inoltre, per la prima volta in Italia, sarà presente Martin Pellettier, VFX supervisor e capo della sede di Quebec City di Rodeo FX. Martin ha lavorato per Netflix, facendo da  supervisore degli effetti speciali di due serie televisive di successo planetario, Stranger Things e Game of Thrones.

Ai talks si aggiunge un programma di 8 workshop intensivi, della durata di 4 ore ciascuno, con contenuti esclusivi, case study e strategie che spiegheranno, ad esempio come trasformare un’idea in un prodotto di successo, come diventare un leader tramite il social media Linkedin, come far crescere il proprio business con l’Instagram marketing, come creare elementi di sound design per animazioni, motion graphic e film.

Nei 10.000 mq anche installazioni creative a cura di artisti e digital designer internazionali.

Tanti momenti per creare nuove connessioni professionali tra professionisti e imprese

Formazione e aggiornamento professionale, ma non solo: l’evento sarà occasione per creare nuove connessioni professionali, attraverso momenti di networking tra professionisti del digital design e i brand più innovativi, a caccia di talenti internazionali. Per favorire l’incontro tra imprese e professionisti sarà disponibile nei prossimi giorni la Web App dei Digital Design Days: una sorta di Tinder dei professionisti del Digital Design, attraverso cui scoprire i volti e i profili dei protagonisti e ospiti della prossima edizione, e organizzare incontri one to one con i partecipanti.

Il Digital Design Award premierà le eccellenze creative italiane

In chiusura dell’evento, sabato 12 ottobre, dalle 17 si terrà il Digital Design Award, il premio annuale dedicato alla creatività e alla comunicazione digitale italiana. Durante il pomeriggio saranno annunciati i vincitori del prestigioso trofeo, l’ambita statuetta DDDOT, selezionati da una giuria composta da professionisti e leader nazionali ed internazionali del settore. 5 le categorie principali del premio: People’s Choice, Digital Agency of the Year, Digital Freelance of the year, Innovative Project of the Year, Digital Project of the Year.

Come nasce Digital Design Days?

Digital Design Days ( prodotto da SG Company S.p.A., uno dei principali player in Italia nella comunicazione integrata Live & Digital e quotata all’AIM Italia di Borsa Italiana dal 26 luglio 2018)  nasce dall’idea di Filippo Spiezia, founder e curatore dell’evento. Award-winning Designer, specializzato nel campo dello storytelling. Filippo ha gestito diversi studi di design in Italia ed in Europa, ricoprendo il ruolo di Art Director in progetti per aziende Fortune 500 e, recentemente, ha lavorato come Senior Interaction Designer presso Second Story Interactive Studios, parte di SapientNitro a Portland OR.

Nel corso della mia vita, ho sempre lavorato per innovare il design. Ho avuto l’onore di gestire come direttore creativo diversi progetti che hanno ricevuto premi internazionali. Più recentemente, la mia ambizione mi ha portato a creare un’esperienza di livello mondiale che cerca di riunire i migliori designer, marchi e leader del mondo per elevare l’arte della narrazione, il tutto con l’obiettivo di ispirare la crescita del business attraverso il design digitale. Da qui l’idea dei Digital Design Days: il risultato di tutto ciò che ho imparato nella mia carriera e dalle relazioni che ho stretto in questi anni, frutto di un lavoro di un team impegnato costantemente a costruire un momento unico in grado di generare opportunità significative di networking e connessione.”