Per ADCI il Centro Sperimentale di Cinematografia di Milano non deve chiudere

773

Appreso dalla stampa che il Centro Sperimentale di Cinematografia di Milano potrebbe chiudere i battenti entro i 2021 a causa del “taglio” dei contributi pubblici, l’ADCI, Art Directors Club Italiano, l’Associazione  che da 35 anni riunisce i migliori professionisti del settore della pubblicità e della comunicazione italiani, esprime innanzitutto il proprio sostegno al Centro Sperimentale di Cinematografia di Milano e la contestuale perplessità verso una politica che disinveste sulla cultura, eccellenza  ed asset primario del nostro Paese.

Sarebbe un vero peccato, a maggior ragione,  in una città come Milano che presenta quest’anno addirittura due “week” dedicate al cinema, che sono esse stesse oltre che laboratorio di idee, scambio e fucina di progetti, importante elemento di marketing e promozione della città, assistere laconicamente al calo del sipario sul Centro di Cinematografia.

ADCI invita Regione Lombardia ad un supplemento di analisi e riflessione sul tema. Contemporaneamente si rivolge ai vertici cittadini allo scopo di un confronto allargato sul tema dei giovani e della creatività, in una città che voglia, in tal senso, affermarsi a livello internazionale. La terra può essere ricca di humus. Ma se non la si bagna la pianta non crescerà.