Irene Castelli Amministratore Unico di Bancolini Symbol

321

Bancolini Symbol ha nominato Irene Castelli Amministratore Unico della Società.

La missione della manager si concentrerà sullo sviluppo di un piano di rafforzamento della storica azienda di famiglia, fondata dal padre Giampiero Castelli nel 1983 ma le cui radici risalgono al 1925, anno nel quale il nonno di Irene Castelli fondò Bancolini S.r.l., realtà attiva nel settore della vendita di materiale fotografico e per la fotomeccanica.

Irene Castelli

Alla base del progetto di consolidamento vi è l’introduzione in tutte le divisioni dell’organizzazione di protocolli commerciali, marketing, di ricerca e sviluppo basati sul metodo Agile. Attraverso questo approccio si punta a conseguire la piena soddisfazione dei clienti grazie ad un miglioramento della filiera produttiva interna e ad un aumento della qualità dei prodotti e servizi.

In particolare, si opererà puntando sulla valorizzazione delle competenze e del know how interni, potenziando le attività di Ricerca e Sviluppo dedicate alla progettazione di prodotti e soluzioni applicative destinate anche a rispondere alle esigenze di nuovi mercati.   

Formatasi su temi economici, con particolare focalizzazione sullo sviluppo imprenditoriale delle PMI, Irene Castelli già a 19 anni era presente del CDA di Bancolini S.r.l.

Dal 1991, la Manager ha operato all’interno di Bancolini Symbol, per lasciarla nel 2008, anno nel quale ha fondato Idem-tech S.rl., società specializzata nella progettazione di hardware e software di sistemi embedded per il mondo industriale.

L’assunzione della guida di Bancolini Symbol rappresenta un ritorno alle origini per Irene Castelli che, tuttavia, si configura ricco di prospettive e progetti fortemente orientati al futuro.

“L’obiettivo del mio rinnovato impegno all’interno dell’azienda è traghettare Bancolini Symbol verso uno scenario futuro dove siano ben evidenti tutte le caratteristiche che ritengo essenziali in una moderna organizzazione che voglia competere in scenari complessi: un luogo di costruzione di progetti condivisi, di relazioni fondate sull’etica, d’investimento nella crescita umana e professionale delle persone, senza dimenticare la costante attenzione verso l’innovazione tecnologica.  Vogliamo costruire un percorso ambizioso che ci porterà a crescere in modo sostenibile aumentando dipendenti e fatturato che stimiamo di consolidare per il 2025 a 20 milioni di euro”, ha commentato Irene Castelli.