Le radio italiane più coinvolgenti sui social

614

In concomitanza con l’uscita dei nuovi dati RadioTER il Social Radio Lab ha diramato un nuovo studio, in collaborazione con la piattaforma di social listening Talkwalker, con i risultati del monitoraggio effettuato nel primo semestre 2019 su un panel di 27 radio nazionali e locali sui principali social network.

“5,2 milioni di ascoltatori e 5,2 milioni di follower cumulati tra Facebook, Instagram, Twitter e YouTube” – dichiara Stefano Chiarazzo del Social Radio Lab – “È Radio Deejay, terza radio più ascoltata nel I semestre 2019 secondo RadioTER, l’emittente più seguita sui social media”. Grandissimo il vantaggio sulle inseguitrici Radio Italia (3,7 M), Radio 105 (3,5 M) e RTL 102.5 (3,1 M), tutte nella Top 5 delle radio più ascoltate in Italia. Più indietro Radio Kiss Kiss (1,76 M), RDS 100% Grandi Successi (1,7 M) e Radio Maria (1,6 M).

Per quanto riguarda le performance, sembrano emergere due trend. “Se a febbraio le diverse strategie nel raccontare Sanremo hanno fatto la differenza, in particolare su Twitter” – rivela Chiarazzo “per tutto il semestre le radio si sono affrontate a colpi di contenuti proprietari crossmediali e transmediali”. In generale, la musica è rimasta la regina, con i cantanti che restano gli ospiti più discussi dalle radio e dai loro ascoltatori. Su Twitter si confermano Marco Mengoni e Ermal Meta, con l’outsider Mahmood che beneficia dell’effetto Sanremo e Eurovision, mentre su Facebook il più menzionato è stato Achille Lauro.

Radio Bruno è ancora la più attiva su Facebook con 4.800 post davanti a Radio 105 (4.200) e Radio Maria (3.900). Radio Deejay vince per interazioni con 2,5 milioni di like sui post e 363.000 commenti mentre Radio 105 per numero di condivisioni da parte dei fan: 555.000. È però il video di Grande Amore de Il Volo, performance da Radio Italia Live – Il concerto, il post più coinvolgente con 92.000 like, 35.000 condivisioni e ben 4.500 commenti. Tra i temi più discussi su Facebook spiccano “buon compleanno” e “tanti auguri”, a dimostrazione che il festeggiamento dei compleanni dei cantanti e in generale dei personaggi famosi è un contenuto molto frequente per le radio e apprezzato dai loro fan. Subito dopo, spiccano le menzioni di “Padre Livio” e “Radio Maria”.

È invece RTL 102.5 la più attiva su Twitter con 7.000 tweet davanti a Discoradio (6.100) e Radio3 RAI (6.000) mentre Radio Capital è la più interattiva, avendo retwittato contenuti 2.600 volte. RTL 102.5 è anche la più coinvolgente con quasi 99.000 interazioni tra like, retweet, risposte e menzioni, davanti a Radio Italia con 94.000. Di Radio Capital il tweet più coinvolgente, con più di 900 retweet e 6.000 mi piace per il saluto del 26 maggio al Direttore Vittorio Zucconi.

La settimana del Festival della Canzone Italiana registra il picco di conversazioni delle radio e degli ascoltatori su Twitter: 53.000 delle 605.600 del semestre. Tra gli hashtag più utilizzati stravince proprio #Sanremo2019 con 36.000 menzioni. A seguire #NonStopNews che si conferma l’hashtag di programmi più citato, con 26.400 menzioni nel semestre, davanti a #Salvini (19.300), a dimostrazione del grande impatto del live twitting dello staff del Ministro dell’Interno durante le frequenti interviste su RTL 102.5 e sulle radio RAI. Al quarto posto #rilive, hashtag ufficiale di Radio Italia Live, evento sul territorio più social del semestre con 15.200 citazioni davanti ad un altro concerto targato Radio Italia: #MengoniLive2019 (11.100). Sempre di Radio Italia anche l’hashtag brandizzato più utilizzato: #FuoriSanremobyLancome con 7.600 menzioni.

Su YouTube, RTL 102.5 ha postato più di tutti, 831 volte, contro le 360 di Radio24 e le 266 di Radio Deejay. È quest’ultima a stravincere però con 6,2 milioni di visualizzazioni e 113.000 mi piace. Il solo video “Mahmood sulla polemica di Ultimo: “Siamo giovani, una frase sbagliata può capitare”, estratto dell’intervista a Deejay Chiama Italia, tra febbraio e giugno è stato visto 970.000 volte e ha ottenuto 26.600 mi piace e più di 1.900 commenti. Il successo su YouTube della radio di Via Massena ha premiato molto anche in termini di iscritti sul canale superando tutti a quota 131.000, di cui 34.000 nuovi.