Cosa succede se giochi in un sito di giochi da casinò non approvato da AAMS?

154

Si sente tanto parlare della licenza AAMS come l’unico via libera valido per gli operatori di giochi di casino online e come unica certificazione utile a garantire ai giocatori italiani la possibilità di scommettere in modo completamente sicuro, affidabile e tracciabile.

Ed è effettivamente è proprio così: in Italia, il solo modo per giocare al casino online seguendo le norme di legge è quello di scegliere di aprire un conto, depositare e prelevare solo nei casino online AAMS, quelli approvati, quindi, dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Per poter essere definiti con la qualifica di casino sicuri AAMS, questi siti devono superare un lungo iter burocratico e, una volta ottenuta la famigerata licenza, bisogna costantemente restare tra gli standard dell’Agenzia per far sì che questa non venga ritirata.

Ma, poiché nonostante il divieto, i siti inibiti da AAMS continuano ad essere attivi in Rete, due domande sorgono spontanee: cosa accadrebbe se qualcuno decidesse di aprire un sito di gambling senza ottenere la licenza AAMS o se, incuriosito da un bonus allettante e dai bassi costi di puntata, cominciasse a scommettere in una piattaforma che opera in Italia senza autorizzazione?

Nel primo caso, riguardo quindi alle sale inibite da AAMS, si tratterebbe di una scelta davvero poco consigliabile perché rischiosa e a breve termine. I controlli dell’Agenzia, infatti, sono sempre più frequenti e precisi ed è diventato davvero difficile riuscire a sottrarsi dalla supervisione dell’AAMS quando si cerca di fornire servizi di gambling online.

Invece, i giocatori residenti in Italia e che proprio dall’Italia scommettono su siti (italiani o stranieri) senza autorizzazione AAMS, che conseguenze legali rischiano?

Scommettere in un bookmaker non approvato dall’AAMS implica, prima di tutto, delle sanzioni penali per chi gioca. Con l’espressione “casinò non approvato da AAMS” si intende o un operatore estero che non appartiene all’Unione Europea e che, quindi, non rispetta le normative comunitarie o un operatore europeo che, però, non è riuscito ad ottenere la licenza AAMS.

Se scovi un casinò con dominio .com che non gode né della licenza italiana né di quella degli stati appartenenti all’Unione Europea, allora, si tratta sicuramente di una piattaforma totalmente illegale e il suo uso implica delle pesanti sanzioni penali per gli scommettitori. Poiché, infatti, queste piattaforme infrangono la legge 401 del 1989 art. 4 comma 3, il rischio è quello dell’arresto fino a 3 mesi e una multa che va da un minimo di 51 ad un massimo di 516 euro.

Giocando in questi siti, contribuisci anche alla loro evasione fiscale perché gli operatori non AAMS non pagano le tasse allo Stato Italiano. Quando vinci su un sito online AAMS, infatti, non devi successivamente dichiarare nulla perché sono vincite già tassate alla fonte e non necessitano di essere dichiarate né nel 730 né nel Modello Unico. Il corretto atteggiamento dello scommettitore dovrebbe essere quello di dichiarare le vincite sui siti senza licenza AAMS tra i Redditi Diversi, incluse le puntate che non hanno portato alla vittoria. Ma, in questo modo, dichiarerebbe allo Stato di aver scommesso accedendo ad una piattaforma che era stata oscurata.

I bookmakers non AAMS sono costretti a cambiare continuamente dominio per evitare di essere rintracciati dalle Autorità competenti e questo rende più difficoltoso per il cliente che scommette in queste sale di riuscire a tenere sempre sotto controllo il proprio conto gioco e le proprie partite. A proposito di conto gioco, questi siti di scommesse non garantiscono gli standard di efficienza e trasparenza dei siti sicuri e, per questo, è possibile incappare in una sgradevole e pericolosa circostanza come la chiusura improvvisa del conto o la mancata emissione della vincita da parte dell’operatore.

Nei siti legali, invece, operatore è sempre obbligato a pagare il cliente perché tutte le vincite sono registrate con un codice unico e inequivocabile che rappresenta una vera e propria ricevuta di gioco e a partire da questo potrete verificare la vostra giocata nell’apposita parte del sito dell’Agenzia e rintracciare e rivendicare la vostra vincita nell’improbabile caso di mancato pagamento o ritardo.