E’ on air la nuova campagna di Stannah montascale

62

Stannah Montascale, leader mondiale nella produzione e vendita di montascale, piattaforme e miniascensori che abbattono le barriere architettoniche, lancia la nuova campagna adv in animation.

E’ stata ideata dal team di creativi di Dolci Advertising (direzione creativa di Guido Cornara e Barbara Guenzati, art director Domenico Piraino, copywriter Alberto Politi e Anna Ferrario Client Partner) e prodotta dalla casa di produzione Maga Animation Studio che vanta collaborazioni importanti da Disney, a Sony, a Nintendo.

“Dal punto di vista dell’animazione l’obiettivo è stato quello di creare un look contemporaneo e incisivo- spiega Marco David Benadì, amministratore delegato della Dolci Advertising-, rimanendo allo stesso tempo caldi e rassicuranti”.

La vera novità è il mood della storia: “Con questa campagna, partendo dai topos narrativi universali delle fiabe, vogliamo sottolineare un elemento di magia nel modo in cui Stannah interviene nella nostra quotidianità, restituendoci la gioia di muoverci liberamente e cambiando la nostra vita in positivo” – aggiunge Benadì- “Naturalmente il tema si adatta a una dimensione semantica ampia, dove la magia è di volta in volta il cambiamento di vita, come pure, più prosaicamente, la magia delle detrazioni fiscali o la magica velocità di consegna portata da Stannah Express”.

La campagna è on air dal primo aprile e sarà diffusa soprattutto sui canali web, sui canali tv non generalisti, su Youtube e sui social in generale e si rivolge a un pubblico non solo di USER, ma a un target più ampio. Come formati sono stati realizzati i 30 secondi istituzionali, in italiano e in francese, i 20 secondi di prodotto e un making of che sarà visibile sul canale Youtube.

“Parliamo di una campagna innovativa, originale anche nel linguaggio visivo e nella tecnica di realizzazione, che attesta ancor di più la leadership di un brand come Stannah nel settore dei montascale – commenta l’amministratore delegato di Stannah Giovanni Messina – il progetto è stato realizzato in collaborazione tra Italia e Francia e potrebbe avere presto una dimensione pan europea”.