Made in Italy, il catanzarese Luigi Scordamaglia appoggia la battaglia di Klaus Davi

91

Aderiscono anche top brand del food come Pastificio Garofalo, Balocco, Ponti, Gruppo Rovagnati

Luigi Scordamaglia, già presidente di Federalimentare e consigliere dell’Ice, ora alla guida di Filiera Italia, si schiera con il massmediologo Klaus Davi e l’On. Filippo Gallinella, presidente Commissione Agricoltura alla Camera, che stanno portando avanti la battaglia per una legge che possa tutelare e valorizzare il Made in Italy in sede europea.

In un video postato sulla pagina dedicata alla battaglia, Scordamaglia motiva la sua adesione: “Questa iniziativa è il lancio di una campagna di sensibilizzazione, sarebbe un peccato farla finire subito. Unico obiettivo quello di tutelare e valorizzare il Made in Italy. Nel settore agroalimentare non può prescindere, non solo dall’eccezionale qualità dei prodotti, ma da quello che c’è dietro: dallo storytelling dei territori, dall’agricoltura di questo Paese che è un alleato fondamentale per far crescere la nostra qualità e le nostre esportazioni. L’Europa ha omesso di adottare una serie di iniziative che avrebbero favorito la trasparenza verso il consumatore e la tutela dei produttori più onesti con la trasparenza di etichetta” – conclude Scordamaglia.

A fare proprio l’hashtag #IOSTOCOLMADEINITALY sono molte aziende della filiera alimentare tra cui: Massimo Menna (Pastificio Garofalo), Alessandra Balocco (Balocco), Giacomo Ponti (Ponti), Stefano Rovagnati (Gruppo Rovagnati) e molti altri ancora.

Per dare forma alla campagna l’Agenzia di comunicazione d’impresa di Klaus Davi ha realizzato un video

 mentre imprenditori e artigiani che desiderano aderire possono collegarsi alla pagina Facebook #IOSTOCOLMADEINITALY (https://www.facebook.com/IoStoColMadeInItaly/), sostenendo le loro istanze.