La radio, un mezzo in salute

La radio, un mezzo in salute

Roberto Binaghi, Chairman & CEO Mindshare

Anche in questa nuova edizione non poteva mancare una visione del mezzo sugli indicatori classici – e meno – di performance. Gli ultimi dati dimostrano come la Radio mantenga i suoi ascoltatori e incrementi il tempo speso sul mezzo, dato non scontato vista la crescita esponenziale di internet. Ma è soprattutto sul target commerciale (individui 15-54) che la Radio riesce a mantenere una superiorità numerica invidiabile.

Schermata 01-2458508 alle 01.22.40

Anche in termini di raccolta pubblicitaria il mezzo mostra ottima salute con un incremento negli ultimi 5 anni del 23%, secondo solo a Internet che registra una crescita quinquennale superiore al 40%.

Schermata 01-2458508 alle 01.22.58

Ma la nostra analisi non si è solo soffermata ai classici indicatori ma è andata a vedere – ed aggiornare rispetto l’edizione del 2017 – i dati più qualitativi di LivePanel che mostrano come la Radio in Italia, rispetto gli altri paesi europei, sia ancora un mezzo non tanto di sottofondo ma di attenzione (con un incremento del 9% rispetto il 2016) e sia un mezzo che favorisce la prova di prodotto e considerato una valida fonte di raccomandazione (con incrementi rispettivamente del 31% e del 10% rispetto il 2016).

Schermata 01-2458508 alle 01.23.09

In Italia emerge anche un sentimento di passionalità nei confronti della Radio che non ha eguali negli altri paesi europei. E che sia un mezzo amato è testimoniato anche dalla crescita di fan/follower sui social media.

Infine si è rivisto come, ancora una volta, Radio e Internet siano complementari non solo in termini di profilo di fruitore, ma anche e soprattutto in termini di fruizione. Chi naviga sul web è molto più radiofonico della popolazione offline.

Schermata 01-2458508 alle 01.23.18

“Quello che i diversi indicatori ci mostrano, edizione dopo edizione di RadioCompass – dice Roberto Binaghi – è che il mezzo Radio è in grado di resistere ai cambiamenti mediali, dimostrando ancora una volta di essere centrale nella vita dei consumatori”