Il mensile Marie Claire lancia il progetto bodytelling

82

BODYTELLING è un progetto di ricerca di talenti, attività che Marie Claire coltiva da sempre. Per il 2019 il mensile di Hearst Italia ha deciso di ingaggiare i ragazzi della Generazione Z che studiano arte e comunicazione nelle Scuole Universitarie eccellenti d’Italia e che saranno professionisti della comunicazione e creativi.

A dare il via al progetto sarà il numero di febbraio di Marie Claire, in edicola dal 16 gennaio.

COVER MC02 2018

Gli studenti si impegneranno per 5 mesi a immaginare, documentare, ritrarre o scrivere storie sul corpo femminile. Con Bodytelling Marie Claire adempie a una sua storica missione, quella di intercettare le giovani generazioni e dar voce alla loro creatività attraverso diversi strumenti narrativi e con massima libertà d’espressione.

Curatrice del progetto a fianco di Marie Claire è Erika Brenna, produttore creativo di contenuti televisivi e digitali, giornalista ed esperta di critica e analisi televisiva.

Il percorso coinvolge 20 tra scuole Universitarie e Accademie di tutta Italia. Gli studenti potranno lavorare su formati multimediali, video, fotografie, illustrazioni, racconti e sceneggiature. Per ogni scuola sarà scelta un’opera finalista da parte della redazione di Marie Claire. I lavori finalisti saranno valutati, durante l’evento di chiusura di Bodytelling a giugno, da una giuria di qualità composta da professionisti di settore (fotografi/sceneggiatori/registi/direttori creativi/scrittori ecc.).

I vincitori saranno Guest Editor di un numero di Marie Claire e del suo profilo Instagram per un giorno.