Il comfort non è più un “crimine contro lo stile” nella campagna Stonefly

147

Il fashion comfort continua ad essere il mood delle creazioni Stonefly, azienda italiana leader nella produzione di calzature ad alto contenuto tecnologico e innovativo in grado di coniugare comodità e leggerezza con gusto contemporaneo.

Ed è proprio su questo concetto che si incentra la nuova campagna Stonefly per la collezione Autunno/Inverno 2018. Uno storytelling irriverente e dissacratorio che esalta la vocazione fashion del brand attraverso immagini e situazioni fuori dagli schemi del puro “bon ton”. Perché Stonefly non accetta compromessi tra comodità e stile. Perché il comfort non deve essere un crimine contro lo stile.

 

Da qui ha preso vita il concept della campagna “Comfort is not a crime” che è stata lanciata sul mercato già in occasione dell’uscita della collezione Primavera/Estate, ma che in questa stagione si spinge decisamente oltre, proponendo degli scatti che raccontano situazioni in cui il ‘’crimine’’ è un ribaltamento dell’etichetta che rovescia i cliché attraverso piccoli gesti inattesi e anticonformisti.

«Comfort is not a crime» interpreta un comfort che fa tendenza, proprio come le calzature Stonefly, in grado di coniugare aspetti apparentemente antitetici come il design, l’eleganza e la praticità. Le immagini vivono tra outfit ricercati che celebrano il prodotto in contesti barocchi, legati all’immaginario collettivo di situazioni formali e rigidamente regolamentate della vita sociale.

Il risultato è una campagna che comunica un’immagine nuova e fresca del brand, che tuttavia rimane profondamente coerente con la sua mission: la ricerca del “comfort assoluto”.

Il concept visual è stato ideato da HEADS, un collettivo di creativi provenienti da diverse esperienze e background culturali, che ricerca e sviluppa progetti interdisciplinari tra arte, design, video, illustrazione, fotografia e musica.

La nuova campagna FW18 (con i modelli di punta Blasy, Cream e Stella) diventa protagonista da agosto a novembre su quotidiani, periodici e sui canali online, oltre che all’interno dei punti vendita.