Del Grande: “Per la Pace bisogna dialogare con Assad” Il reporter parla a RMC News

“La pace si fa negoziando con i poteri che sono sul campo, qualunque essi siano. Dopo 7 anni di guerra gli stati che hanno contribuito a distruggere la Siria dovrebbero sedersi attorno ad un tavolo ma, visto da fuori, pare che l’unico obiettivo sia lasciare quel paese indebolito”. Così Gabriele Del Grande, il blogger arrestato un anno fa in Turchia, commentando le parole del premier Paolo Gentiloni che ieri, nel corso dell’audizione parlamentare dopo l’attacco di venerdì scorso, ha ribadito la necessità di negoziare anche con il presidente Assad per arrivare ad una pacificazione. Ospite di Radio Monte Carlo ad un anno esatto dall’arresto, Del Grande ha anche criticato le reazioni internazionali registrate dopo il presunto attacco chimico di Duma: “Io colgo molta ipocrisia – ha dichiarato il reporter -, non soltanto nel raid quasi simbolico fatto da Stati Uniti, Francia e Gran Bretagna, fingendo di interessarsi alla vita dei siriani quando mezzo milioni di morti nei bombardamenti in questi anni non hanno indignato nessuno. Questo umanitarismo a intermittenza viene tirato fuori quando c’è bisogno di fare pressioni su altre situazioni per un altro tipo di interessi”.

Gabriele Del Grande
Gabriele Del Grande