Il Pd romano pensa a Klaus Davi come candidato in Calabria

Nel Pd romano c’è chi pensa ad un nome eccellente da giocare per le prossime elezioni del 4 marzo: Klaus Davi. A rivelarlo il portale Reggiocalabriaweb.

Klaus Davi, in forze su La 7 a ‘Non è l’Arena’ di Massimo Giletti, titolare di una prestigiosa agenzia di comunicazione particolarmente impegnata sul fronte delle aziende del Made in Italy e ‘brand’ fortemente spendibile in Calabria per il suo impegno contro la ‘Ndrangheta che gli ha fruttato aggressioni e querele a raffica.

Klaus Davi
Klaus Davi

Davi, in passato ha lavorato per l’ex ministro degli esteri Piero Fassino e ha curato le campagne elettorali vincenti di Rosario Crocetta in Sicilia, Pierferdinando Casini , Elisabetta Gardini e Francesco Rutelli a Roma ,il suo è un profilo giudicato molto interessante dai vertici del Nazareno.

Un puro tecnico, trasversale, con ottimi rapporti con la Rai e con il mondo Mediaset.

E’ ben visto anche a destra in particolare da Giorgia Meloni e Maurizio Gasparri, con entrambi intrattiene rapporti personali di vecchia data. Fortemente sostenuto anche dalle Comunità Ebraiche (porta la sua firma la campagna a favore dell’’Otto per Mille per gli Ebrei che ebbe come testimonial Clemente Minun, Enrico Mentana e Gad Lerner).

Dagli ambienti Pd si lascia trapelare che i crismi ci sarebbero tutti: una forte popolarità in Calabria e una penetrazione mediatica che Francesco Merlo ha definito sul Foglio “non comune”.

Resta da capire cosa ne pensi l’interessato che non si è mai voluto schierare ma che sicuramente ha molto a cuore il sud e la nostra terra.