L’importanza di call center italiani per l’industria del telemarketing

102

I call center dimostrano che il telemarketing è un settore del marketing con un gran potenziale per il raggiungimento del successo di un’impresa. L’aspetto più importante di ogni azienda è rappresentato dai propri clienti, pertanto diventano prioritarie sia la fase di creazione che quella di mantenimento delle relazioni.

callPoiché l’industria del telemarketing continua ad avere l’impatto che ha, è fondamentale che i centri di contatto che operano per conto dell’azienda vengano gestiti con le soluzioni più adatte ed efficaci. Va anche in questa direzione la nuova disposizione che segue la Legge 24 bis del 2012: dal 1° aprile 2017 vige infatti l’obbligo per l’operatore di un call center collocato in un Paese extra UE di fornire al cliente che lo richiede la possibilità di parlare con un operatore in Italia o nella UE, con trasferimento immediato, senza attaccare e costi aggiuntivi.

L’obiettivo di questo provvedimento è quello di mettere ordine nel settore e mantenere una quota di lavoro in Italia. “La legge è positiva, ma il rischio è che gli investimenti per adeguarvisi sottraggano risorse destinate alla qualità e al valore aggiunto dei call center operanti da sempre in Italia”,

È quanto sostiene Zeuner, call center di Seveso nell’hinterland milanese, che ha 140 collaboratori, tutti italiani che operano totalmente nella sede di Seveso, e ha rinunciato ai clienti della telefonia, settore che ricorre molto al personale delocalizzato. “La nuova legge e l’iniziativa del ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda – afferma Marco Carloni, amministratore delegato di Zeuner – sono positive. Anche in basa alla nostra esperienza il cliente finale tende a dare maggiore ascolto all’operatore italiano che sa cogliere le sfumature delle richieste e le esigenze particolari. Registriamo anche una sorta di spirito di solidarietà che fa prediligere l’operatore connazionale ora che il Paese vive unadifficoltà economica”.