Interbrand Utopian Nights: uno sguardo privilegiato sul percorso di crescita di Moleskine

54

Si è tenuto ieri sera il primo incontro di Utopian Nights, il ciclo di appuntamenti promosso da Interbrand che vuole offrire una visione privilegiata su come i brand siano i più formidabili acceleratori di crescita.

interbrand_utopian_nights1“I grandi brand generano crescita connettendo necessità, desideri, visione e creatività”, ha affermato Manfredi Ricca, Chief Strategy Officer EMEA & LatAm di Interbrand. “Le Utopian Nights esplorano i confini tra brand, business e cultura, e nascono per dare una chiave di lettura più umana, ispirata e intima ad alcune storie di grande suggestione.”

La Utopian Night “Inspiring Journeys: the Growth Story of Moleskine” ha aperto questa serie di incontri. Arrigo Berni, Chief Executive Officer di Moleskine e Maria Sebregondi, Co-Founder e Board Member di Moleskine, insieme a Manfredi Ricca, Chief Strategy Officer EMEA & LatAm di Interbrand, hanno raccontato il percorso di crescita del brand.

Crescere è vitale per le aziende tanto quanto lo è per le persone: per ciascun brand la crescita ha un significato diverso, e ogni storia è unica. L’Anatomia della Crescita di Moleskine può essere sintetizzata nella capacità del brand di leggere ed interpretare quello che sta a cuore delle persone, allineando la cultura interna e creando un’organizzazione in grado di proporre esperienze rilevanti e coerenti alla sua promessa.

Il posizionamento “Inspiring journeys”, in cui Interbrand ha sintetizzato la doppia anima di Moleskine, quella culturale e quella legata al viaggio, ha guidato il brand in questo percorso di crescita, orientando lo sviluppo di nuovi prodotti e la creazione di nuove esperienze, come il Moleskine Café.

“Fin dall’inizio, Moleskine è stato concepito come brand aspirazionale che, attraverso un prodotto dalla storia mitica, segnalasse l’appartenenza alla classe creativa. Oggi Moleskine muove un giro d’affari stimabile intorno a 350 milioni di € a valore retail, in 115 paesi nel mondo, frutto di una crescita ininterrotta e tutt’ora in corso”, ha spiegato Arrigo Berni, Chief Executive Officer di Moleskine “Realizzata in un contesto competitivo caratterizzato da sostanziale stabilità, quando non da perdita, di fatturato, e da orientamento quasi esclusivo al prodotto, la straordinaria crescita di Moleskine è una chiara testimonianza della potenza formidabile dei brand aspirazionali quali acceleratori di crescita.”  

Il Moleskine Café, realizzato in collaborazione con Interbrand e recentemente inaugurato a Milano, trasforma in luogo ed esperienza ciò che da sempre sta al cuore di questo brand: la creazione, la celebrazione e lo scambio di storie, idee e suggestioni di viaggio. Reinterpretando il café littéraire, Moleskine Café è un po’ café, un po’ galleria d’arte, un po’ libreria, un po’ luogo di creatività, un po’ luogo di ispirazione, grazie a un ricco calendario di eventi.

 “Abbiamo pensato il Moleskine Café un po’come un grande taccuino tridimensionale: il bancone nero del caffè come la copertina del taccuino, immediatamente riconoscibile e distintiva; le pareti avorio come le pagine bianche su cui si disegnano via via sempre nuove e diverse esperienze creative, proposte attraverso una continua interazione con il nostro pubblico” ha commentato Maria Sebregondi, Co-Founder e Board Member di Moleskine. “Un luogo dove crescono le idee e la voglia di condividere esperienze.”

I brand che hanno le maggiori opportunità di crescita sono oggi quelli che non sono più identificati semplicemente con un che cosa – il prodotto – ma divengono sinonimi di un perché – un punto di vista sul mondo – e attorno a esso costruiscono un ecosistema. Moleskine è un esempio paradigmatico in questo senso.

“Moleskine è un brand i cui prodotti sono la manifestazione di una visione più profonda, ancorata alla creatività, all’espressione e alla condivisione. È da questa autenticità che questo brand trae la legittimità di estendersi continuamente verso nuovi confini per offrire esperienze nuove, interconnesse e rilevanti,” ha concluso Manfredi Ricca.