Il parco di archeologico di Selinunte si promuove in TV

174

Non tutti sanno che in Italia esiste il più grande Parco Archeologico d’Europa. È il Parco di Selinunte, in provincia di Agrigento, che si estende per 310 ettari a ridosso del mare. A tutt’oggi, purtroppo, è fruibile solo il 10% della sua area. Per aiutare Selinunte a tornare all’antico splendore ed attrarre turisti da tutto il mondo, è nato “Settesoli sostiene Selinunte” un articolato progetto di fund raising che vede scendere in campo Cantine Settesoli, che proprio in quell’area si estende con i suoi vigneti per oltre 6000 ettari, a fianco della Direzione del Parco e in collaborazione con l’Assessorato Regionale ai Beni Culturali e identità siciliana.

A tal proposito, l’Architetto Enrico Caruso, Direttore del Parco Archeologico di Selinunte dichiara: “La collaborazione tra pubblico e privato che si è stabilita con Cantine Settesoli che ha deciso di legare il suo nome e il suo intervento alla salvaguardia e promozione del Parco Archeologico di Selinunte, è di per sé un fatto unico e positivo. Contiamo molto sul buon esito dell’operazione di fundraising che ci consentirà di realizzare alcuni interventi importanti per permettere una migliore fruizione di un posto unico e straordinario per storia, valore artistico e paesaggistico”.

E’ partita una campagna TV, la prima a sostegno del patrimonio archeologico italiano: per 2 settimane su RAI, Mediaset e La7 andrà in onda il video “Settesoli sostiene Selinunte”, la cui realizzazione è stata affidata da Cantine Settesoli a TOKAI Studios di Palermo.

Antonella Imborgia, marketing manager di Cantine Settesoli, afferma: “Siamo sicuri che anche grazie alla campagna TV riusciremo a realizzare l’obiettivo che Settesoli e l’Assessorato Regionale Beni Culturali e la Direzione del Parco di Selinunte si sono prefissi: raccogliere fino a € 500.000 per sostenere in maniera efficace e duratura una delle meraviglie del nostro Paese.”