Banzai: Margine Lordo in crescita del 29% nei primi 9 mesi del 2016

Il Consiglio di Amministrazione di Banzai, prima piattaforma nazionale di e-Commerce quotata sul segmento STAR di Borsa Italiana, ha approvato in data odierna i risultati al 30 settembre 2016.

pietro-scott-jovane“Siamo soddisfatti della crescita del GMV1 di ePRICE nei primi 9M16 e in particolare nel segmento elettronica ed elettrodomestici, nonostante l’impatto negativo delle vendite di climatizzatori e un mercato più difficile delle attese nel 3Q16, ma in miglioramento nel mese di ottobre”, commenta Pietro Scott Jovane, Amministratore Delegato di Banzai. “Si conferma la leadership di ePRICE nella vendita di beni durevoli, con un ticket elevato e la forte attenzione al servizio, al centro anche della nuova campagna TV partita a settembre, che ha fatto registrare record di visite e utenti unici settimanali e un raddoppio delle visite da mobile. Nei primi nove mesi ci siamo rifocalizzati su ePRICE e abbiamo raccolto risorse per proseguirne la crescita in maniera importante e con forte attenzione all’innovazione, in particolare sul servizio, che è anche al centro delle nostro nuove linee guida strategiche. Le cessioni ci consentono inoltre di chiudere in utile il 2016, con una solida cassa netta, attesa a Eu 50-55 milioni.”

Risultati consolidati al 30 settembre 2016 

I risultati al 30 settembre 2016 sono esposti al netto della  divisione Vertical Content e di Saldiprivati, cedute nel corso dell’anno e contabilizzate tra le attività destinate alla vendita a partire dal 1 gennaio 2016. I Ricavi sono pari a 127,2 milioni di Euro, in crescita del +19,2% rispetto ai 9M15 pro-forma, trainati dalle vendite di elettronica ed elettrodomestici di ePRICE, +20.6% al netto delle vendite di climatizzatori. Il GMV– che rappresenta la spesa effettiva dei clienti, incluso il marketplace – cresce del 23,9% rispetto ai 9M15 pro-forma, attestandosi a 163,2 milioni di euro, o del +25.3% al netto del “clima”.

Il peso del Marketplace, lanciato nel 2Q15, è cresciuto in maniera significativa (+130% rispetto ai 9M15) e rappresenta nei 9 mesi circa il 10% del GMV1. Il numero dei merchants del marketplace è pari a 784 al 30 settembre 2016. Ricavi e GMV di ePRICE risentono nei 9M16 della decelerazione nell’ultimo trimestre, dovuta ad un confronto non favorevole con il 3Q15 sulle vendite di climatizzatori (che ha sottratto circa 3.4% punti di crescita dei ricavi nel 3Q16) e a forte pressione competitiva. Nel 3Q15 ePRICE aveva, infatti, beneficiato in maniera straordinaria delle vendite di questa categoria (+291% YoY nel trimestre), legata al caldo eccezionale; nel 3Q16 la categoria è tornata a un livello normalizzato (-55% YoY, ma +75% vs 2014). Oltre a ciò, il mercato ha visto una forte pressione competitiva nel trimestre, a fronte della quale ePRICE ha mantenuto una focalizzazione sull’obiettivo di migliorare il margine lordo. Le prime evidenze del 4Q16 mostrano un ritorno ad una crescita a doppia cifra anche a livello di ricavi.

La crescita del 19,2% dei ricavi nei 9M16 è guidata principalmente dalle vendite di prodotti di elettronica ed elettrodomestici, sostenute dall’ampliamento della gamma di prodotti offerti da ePRICE e dallo sviluppo dei servizi “premium” (consegna, installazione e ritiro dell’usato) nonchè dal marketplace (+130% rispetto ai 9M15). Al netto del sopracitato effetto “climatizzazione” la crescita è pari al 20,6%. I ricavi da servizi di trasporto hanno beneficiato – al netto delle politiche promozionali di free-shipping e buoni sconto – dello sviluppo ed efficientamento della rete di Pick&Pay e Lockers, che al 30 settembre 2016 erano pari.

Nelle aree coperte dai nuovi servizi “Home Service” di installazione e consegna, la crescita nel segmento degli elettrodomestici venduti online, dove ePRICE è leader di mercato, è risultata ben superiore alla media registrando un NPS2 superiore a 70. Nel mese di gennaio infatti è partita la nuova generazione di servizi personalizzati di consegna Home Service, installazione e ritiro dell’usato, integrati con una piattaforma mobile proprietaria, accessibile via app da smartphone, che permette ai clienti l’interazione continua con ePRICE dal momento dell’acquisto fino all’installazione in casa. I comuni coperti dal servizio Home Service sono ora pari a 782.

Il servizio Home Service è anche al centro della nuova campagna TV ePRICE Ti Serve”, in onda dal 23 settembre e trasmessa sulle reti Mediaset con rilevanti spazi in prime time per una audience stimata di circa 8 milioni nel periodo di lancio. Lo spot è previsto nei formati 30” e 15”, con una versione 15” promozionale concepita per valorizzare il servizio ePRICE e la ricca offerta di prodotti e servizi in collaborazione con le più importanti marche della tecnologia. La specificità di ePRICE, la professionalità e la vicinanza al cliente sono rappresentate nel film da un simpatico e risoluto tecnico qualificato, che supporta una cliente nelle fasi di consegna di una lavatrice, installazione e il ritiro del suo usato. Le prime evidenze indicano aumento traffico e utenti con un incremento medio del 25% YoY e un raddoppio delle visite da mobile.

Nel 9M16 ePRICE ha gestito 630 mila ordini, +20% rispetto al 9M15, con un valore medio (AOV5) pari a Eu 212, in crescita del 9%, principalmente per effetto del mix in favore di categorie a scontrino elevato (Elettrodomestici in particolare), che più che compensa la diluizione derivante dalla forte crescita del marketplace. Infine il numero degli acquirenti è pari a 391 mila, in crescita del 21% circa rispetto ai 9M15. Nel 9M16 ePRICE ha gestito 630 mila ordini, +20% rispetto al 9M15, con un valore medio (AOV5) pari a Eu 212, in crescita del 9%, principalmente per effetto del mix in favore di categorie a scontrino elevato (Elettrodomestici in particolare), che più che compensa la diluizione derivante dalla forte crescita del marketplace. Infine il numero degli acquirenti è pari a 391 mila, in crescita del 21% circa rispetto ai 9M15.

Il Margine Lordo è pari a 19,5 milioni di euro, +29,3% rispetto ai 15,1 milioni di euro dei 9M15 ed equivalente al 15,3% delle vendite del periodo rispetto al 14,1% nei 9M15. Si segnala che il Gross margin non include i costi delle spedizioni ed installazioni che sono stati più propriamente riclassificati fra i costi di logistica. L’effetto in termini di incidenza percentuale sui ricavi è stato pari a 4.0% punti nei primi nove mesi del 2016 e di 3.5% punti nei primi 9 mesi del 2015. Il miglioramento della marginalità è uno degli obiettivi dichiarati al mercato e viene realizzato grazie al diverso mix di vendita, che vede crescere il peso degli Elettrodomestici, al più rilevante contributo del marketplace e al focus su un uso più efficiente della leva prezzo e politiche promozionali, nonché al contributo one-off di un contratto di infocommerce.

Il Margine Operativo Lordo (EBITDA) adjusted è pari a -6,9 milioni di euro rispetto a -4,4 milioni di euro del 9M15 pro-forma. La variazione è attribuibile principalmente alla crescita dei costi commerciali e di marketing (+44,9% o +36% al netto dei costi legati alla sopracitata operazione di Infocommerce) e da maggiori costi di logistica (+34.4%); in entrambi i casi l’incremento è a sostegno della forte crescita di ePRICE in termini di clienti e volumi di vendita, in particolare nella categoria elettrodomestici e in misura minore alla forte espansione della rete di Pick&Pay e Lockers, non ancora a regime. Il Margine Operativo Lordo (EBITDA) è pari a -7,6 milioni di euro (-5,2 milioni di euro nel 9M15) e comprende costi non ricorrenti per 0,66 milioni di euro, principalmente relativi al Piano di Stock Options.

Il Reddito Operativo (EBIT) è pari a -10,5 milioni di euro (-7,1 milioni nel 9M15) per effetto del minore EBITDA; gli ammortamenti e le svalutazioni sono pari a 2,9 milioni di euro, +51% vs. 9M15, per effetto degli investimenti effettuati nel periodo. Il Risultato ante imposte (EBdell’attività in funzionamento è pari a -11 milioni di euro (-7,3 milioni di euro nel 9M15) dopo oneri e proventi finanziari per -0,04 milioni di euro e svalutazioni di crediti finanziari per 0,44 milioni. Il Risultato netto è positivo e pari a 2,9 milioni di euro (-8,9 milioni di euro nei 9M15) grazie a 17,5 milioni di euro di utile derivanti dalla cessione della divisione Vertical Content, avvenuta nel 2Q16 e dopo circa -3,6 milioni di euro legati al risultato di Saldiprivati, in corso di cessione. Il Gruppo presenta al 30 settembre 2016 una Liquidità Netta pari a 28,5 milioni di euro: l’incremento deriva dalle risorse raccolte con la cessione di Banzai Media Holding pari a Euro 31,2 milioni, al netto delle risorse finanziarie assorbite dalle attività destinate alla dismissione (5,5 milioni di euro nei 9M16), dalle attività di investimento del gruppo (6,8 milioni di euro) e dalle risorse assorbite dalla gestione operativa (15 milioni di euro), nonché dalle attività di buy back per 1,0 miloni di euro. Tale assorbimento è legato alla strategia del Gruppo che prevede una forte accelerazione dei ricavi e della quota di mercato, grazie a maggiori investimenti in marketing ed include circa 3,0 milioni di euro, a cui va aggiunta l’IVA, di anticipi a fornitori corrisposti al Gruppo Mondadori per l’acquisto di spazi pubblicitari su reti Mediaset.

Si rammenta che la posizione finanziaria netta al 30 settembre non include invece ancora l’incasso legato alla cessione di Saldiprivati, il cui perfezionamento è avvenuto nel 4Q16. Gli Investimenti hanno riguardato principalmente l’acquisto di hardware e attrezzature per le sedi operative e il centro logistico, lo sviluppo della piattaforma marketplace e lo sviluppo del nuovo sistema contabile e gestionale ERP.

Fatti di rilievo 

Cessione di Saldiprivati 

Il  3 novembre Banzai ha comunicato di aver perfezionato la cessione di Saldiprivati al gruppo francese Showroomprivé (Paris:SRP). Il prezzo dell’operazione (Enterprise Value) è pari a 38 milioni di euro, su base debt-free e cash free, inclusa una quota di earn-out a favore di Banzai fino a 10 milioni di euro, al verificarsi di alcune condizioni legate ai risultati delle attività cedute nel 2018. Il prezzo di cessione include anche un ulteriore importo pari a 5 milioni di Euro, legato al raggiungimento degli obiettivi 2017 legati al buon esito del processo di carve-out delle attività di Saldiprivati. Il multiplo della transazione è pari a 0.9x EV/SALES 2016 LTM al 30/6/2016 incluso earn-out. L’incasso al closing è pari a 29,5 milioni di euro, prima dei costi non ricorrenti legati alla vendita, di cui 2,5 milioni di euro un deposito a garanzia. La cessione di Saldiprivati comporterà una plusvalenza lorda pari a circa 7,5 milioni di euro a livello consolidato, prima dei costi complessivi e non ricorrenti legati alla vendita.

Nuova Campagna TV ePRICE 

Il 23 settembre è partita la nuova campagna TV “ePRICE ti serve” trasmessa sulle reti Mediaset con rilevanti spazi in prime time per una audience stimata di circa 8 milioni nel periodo di lancio. Lo spot è previsto nei formati 30” e 15”, con una versione 15” promozionale concepita per valorizzare la ricca offerta di prodotti e servizi in collaborazione con le più importanti marche della tecnologia.

Programma di Buy Back

Banzai ha avviato un programma di BuyBack. Le azioni proprie in portafoglio al 10 novembre sono pari a 640,330, equivalenti a circa 1,56% del capitale.