#MissItalia: sui social quasi 80.000 tweet, ma moltissima ironia…

MissItalia 2016 fa il boom non solo in TV, ma anche su Twitter: sono quasi 80.000 i contenuti generati su questo Social Network mappati da The Fool nell’analisi pubblicata oggi e corredata di una infografica, che ha analizzato le interazioni prima, durante e dopo la finale, andata in onda Sabato 10/9.

Una manifestazione principalmente amata in Italia (81% dei tweet), ma raccontata in tutto il mondo con grande emozione, visto che non mancano Stati Uniti (5.7%) e Regno Unito (1.9%).

Tra gli hashtag più popolari l’ufficiale #MissItalia, ma anche #MissItalia2016, #followmiss, #Conte (ironico) e ovviamente la vincitrice #RacheleRisaliti.

Non mancano però ironia e contestazioni: nessuno infatti dei primi 5 contenuti più “virilizzati” dalla rete sono generati dalla trasmissione o riguardanti direttamente gli eventi trasmessi, focalizzandosi sulla forte ironia, come l’account @CB_Ignoranza che scrive “Complimenti a mister Antonio Conte per il primo titolo stagionale. #missitalia”, allegando poi una foto per mostrare la supposta somiglianza dei tratti della vincitrice Rachele Risaliti con quelli di Antonio Conte.

Interessante lo “spaccato” delle età dei twittatori, per un programma che, apparentemente, ha convinto fasce di età molto differenti: distribuiti quasi equamente gli under 17 (48%) e gli over 35 (49%). Forte, fortissimo interesse prevalente invece del pubblico femminile, che ha generato il 65% dei contenuti.

Tra gli “influencer” della serata l’account ufficiale (@Miss_Italia), Francesco Facchinetti, protagonista di un siparietto social, Alessio Bernabei e i cattivissimi commentatori satirici Trash italiano (@trash_italiano) e Calciatori Brutti (@CB_Ignoranza).  _

Matteo Flora
Matteo Flora

 

“Il successo dei Social nella fruizione dei contenuti televisivi è ormai conosciuto e risaputo” ha commentato Matteo Flora Fondatore di The Fool e autore del manuale di analisi della SocialTV “#SocialTV, Metodologie e Metriche”, “Sempre più spesso osserviamo alla potenza dei Social Media non solamente come abilitanti al commento interattivo, il cosiddetto Second-Screen, ma anche e soprattutto per commentare a posteriori un evento di impatto sul costume italiano e non solo.”. “Controllare, monitorare ed analizzare i dati della rete diviene fondamentale per produttori, broadcaster, redazione ma anche per i giornalisti ed i commentatori”.

 

miss-italia-2016