Europei e Internet: la partita ferma un quarto degli italiani

56

Italiani, popolo di santi, navigatori e…fanatici del pallone. Secondo quanto risulta dall’analisi effettuata da Facile.it sito leader nella comparazione di tariffe (RC auto, prestiti, mutui, energia, telefonia e Pay TV), durante gli incontri della nazionale impegnata nei campionati europei, oltre un italiano su quattro ha abbandonato PC, tablet e pesino le connessioni da cellulare.

internet calcio

Lo scorso 17 giugno, durante la partita Italia – Svezia in cui la nostra nazionale ha conquistato il lasciapassare per gli ottavi di finale degli Europei, il traffico Internet non legato a siti connessi con l’evento si è ridotto del 27,15%, dato confermato anche in concomitanza della sfortunata partita giocata ieri contro l’Irlanda. Si tratta di un sintomo evidente del fatto che circa un italiano su quattro ha messo in stand by qualunque altra attività per seguire le imprese della nazionale. La diminuzione del traffico è praticamente identico sia per gli incontri disputati in serale sia per quelli che hanno avuto luogo in orario lavorativo «La prima volta che abbiamo notato questi numeri» – ha dichiarato Mauro Giacobbe, AD dell’azienda – «è stato dopo la partita con la Svezia e, in realtà, anche noi ci siamo fermati, allestendo nel terrazzo uno schermo dove poter guardare la partita tutti assieme. Evidentemente non siamo stati gli unici, e ha portato fortuna. Ieri non lo abbiamo fatto, ma lo faremo per l’incontro con la nazionale spagnola; chissà se a fermarsi saranno ancora più italiani…». Se si dividono i dati fra accessi da desktop e da mobile il legame fra la partita e la riduzione di traffico è ancora più evidente. Le connessioni da mobile sono sì diminuite, ma in maniera meno marcata (-18.22%), quelle da desktop sono letteralmente crollate (-32.6%). Tifare col cellulare in mano è decisamente più semplice!