Parte la nuova campagna “Coppa libera tutti” con lo youtuber Claudio Di Biagio

Dagli smartphone ai tablet, al giorno d’oggi la condivisione di pensieri ed emozioni vive quasi esclusivamente sulla rete, grazie a cellulari di ultima generazione o computer ultratecnologici. Questo porta molte persone a vivere in un mondo digitale parallelo, dimenticando il valore della socializzazione reale. Nasce così la campagna “Coppa libera tutti”, un’iniziativa ideata da Coppa del Nonno con l’intenzione di liberare gli italiani dall’ossessione dello smartphone e rivivere finalmente il piacere della condivisione reale, grazie alla web series che vede protagonista il giovane biker youtuber Claudio Di Biagio. Web influencer di successo, con oltre 220.000 iscritti al proprio canale Youtube, il giovane youtuber è pronto ad immortalare con una foto i momenti più significativi dell’esperimento fatto nella campagna, ovvero quello di vedere, soprattutto negli adolescenti, vincere la dipendenza da smartphone. Alla fermata del tram o tra i tavolini di un bar, il ragazzo spinge le persone a dimenticare per un attimo il telefonino grazie all’aiuto del gelato e fa rivivere alle persone coinvolte dei veri momenti di condivisione. Tutto questo con l’aiuto di una “Coppabike”, veicolo a tre ruote messo a punto dall’azienda di gelati, per realizzare la missione prefissata e “liberare le mani” dagli smartphone almeno per qualche minuto e farli tornare a socializzare nel mondo reale, accompagnati dal gusto del gelato.

“Abbiamo pensato a questa campagna con l’idea di riportare le persone a condividere dei momenti insieme mettendo da parte lo smartphone – dice Gustavo Stante, marketing manager di Nestlé Gelati-. Coppa del Nonno è un gelato che deve essere gustato usando entrambe le mani e per questo è stato scelto come simbolo di questa campagna. Un gelato con gli amici è di per sé un’azione rilassante e di festa: Coppa del Nonno permette alle persone di dimenticare per un attimo blog e social, assaporando un prodotto di qualità. La campagna si chiama “Coppa libera tutti” ed il sentiment è quello di liberare le mani delle persone dai prodotti tecnologici per riscoprire il grande mondo della socialità reale e non solo quella virtuale”.
L’ossessione per la tecnologia, che anche in estate porta sempre più persone a perdere il contatto con la realtà, porta gli italiani ad isolarsi quasi completamente dall’ambiente circostante. Un report della Digital, Social e Mobile diramato nel 2015, ha rivelato che in Italia 36,6 milioni di persone sono attive su internet con 28 milioni di profili social, su cui passano oltre 2,5 ore al giorno. Senza contare le 130 milioni di chiamate effettuate ogni giorno col telefonino. Ma se spegnere lo smartphone risulta difficile o quasi impossibile, il gesto può semplice da fare per “abbandonare” il telefono qualche minuto, sembra essere proprio quello di concentrarsi su un’azione di per sé piacevole e rilassante, come gustare un gelato in compagnia. Perdersi nei ricordi di un gusto familiare del passato, condividendo con gli amici storie o azioni rimaste impresse nella mente e non sulla home dei social.

Ma cosa succede nei primi episodi della web series? Lo youtuber Claudio Di Biagio, in versione “biker”, esce di casa in sella alla sua “Coppabike” munita di Coppa del Nonno e Polaroid, con l’intenzione di incontrare le persone e liberarle dall’ossessione dello smarphone. Nel primo episodio Di Biagio incontra delle ragazze alla fermata del tram, mentre nel secondo alcune persone sono sedute al tavolo di un bar. In entrambi i casi, con la scusa di offrire una Coppa del Nonno insieme all’apposito cucchiaino, vengono confermate le sue aspettative. Infatti le ragazze sono “costrette” a mettere da parte lo smartphone per un attimo, con la scusa di afferrare coppa e cucchiaio, per poter gustare il gelato appena offerto. Il tutto viene immortalato da una Polaroid che permette alle giovani teeneger di portare a casa un ricordo di questa particolare situazione. La campagna vuole spingere le persone a ritrovare il tempo di condividere passioni ed emozioni liberando le mani dal cellulare e ritrovando il piacere di vivere le persone.