Amplifon si rinnova per rinnovare la gioia di vivere delle persone

Amplifon compie un altro deciso passo nel percorso di rinnovamento intrapreso insieme all’agenzia GreyUnited.
Un’evoluzione che ha portato in poco tempo il marchio leader nel campo delle soluzioni acustiche a passare da un approccio fondato solo sulla tv a uno davvero integrato, nell’ottica di una sempre più forte presenza sul web. Un cambiamento che ha inoltre coinvolto anche il modo di affrontare il tema della cura dell’udito: dal focus sul problema e dalla presenza di un testimonial, al progetto dell’anno scorso “Overturning Roles”, con cui – grazie un focus group – i nipotini prendevano alla sprovvista i nonni con difficoltà uditive e li consigliavano di prendersi cura del proprio udito – ha segnato il passaggio a una comunicazione dal tono più umano, più vicino alla vita vera, più centrato sulle emozioni positive di chi con Amplifon ritrova pienamente la gioia di vivere.

In più l’attenzione è stata posta non solo sui diretti interessati ma anche sugli influencers, familiari e amici che vivono indirettamente il tema delle difficoltà uditive dei propri cari. Il tutto è caratterizzato da un tono positivo, vitale e coinvolgente che considera il punto di vista degli influencers oltre che quello del target.
In questa nuova scia tracciata si inserisce il ritorno in tv di Amplifon con il primo episodio di una campagna multi-soggetto curata dall’agenzia GreyUnited e che andrà in onda lungo il corso dell’anno.

Quella che ci viene raccontata è la storia dell’allenatore di una squadra di giovanissimi calciatori, un allenatore che è visibilmente tornato a vivere al meglio da quando sente di nuovo bene, grazie ad Amplifon. La storia ci è però narrata dal punto di vista originale di uno dei ragazzini della squadra, che, con il linguaggio fresco e spontaneo dei bambini, introduce un elemento di novità e memorabilità nel linguaggio usato dalla comunicazione Amplifon e in quello della categoria in generale. Il tono di voce punta a coinvolgere ed emozionare gli spettatori in modo diretto, semplice e soprattutto positivo: il focus della comunicazione non è più infatti sulla difficoltà uditiva del protagonista, quanto piuttosto sulla sua ritrovata gioia di vivere vissuta attraverso la voce felice e orgogliosa di un suo caro e si chiude con l’invito a fare altrettanto, recandosi in una delle tante sedi Amplifon presenti su tutto il territorio nazionale, per un controllo dell’udito e una prova gratuita di una soluzione acustica su misura.

L’on air dei tagli da 30 e 15 secondi parte dal 13 giugno per una pianificazione che include le principali emittenti nazionali: la campagna si iscrive in un momento molto importante per Amplifon: il brand ha infatti rinnovato la propria identità con un nuovo logo e una nuova veste grafica che fanno il loro esordio proprio con questa campagna televisiva: un’identità che punta a essere più moderna e distintiva e che ritroviamo anche sul nuovo sito già online (www.amplifon.com/it), in un’ottica di comunicazione quanto mai coerente ed integrata.

La struttura del sito è pensata in modo tale da essere flessibile, offrendo uno story-telling e contenuti differenziati a seconda dei tre target che visitano il sito stesso: contenuti che facilitano l’identificazione della soluzione per coloro che si accorgono di avere difficoltà uditive nella vita di tutti i giorni; contenuti che aiutano chi ha un proprio caro con difficoltà uditive ad intavolare con l’interessato la delicata discussione sul tema della cura dell’udito ed infine contenuti più centrati sull’assistenza, sulla lunga esperienza di Amplifon e sulle offerte per chi invece già indossa una soluzione acustica e cerca altre risposte alle proprie esigenze.

Tutto questo è fatto con particolare attenzione alla user experience, resa il più possibile fluida e semplice in termini di navigazione e che permette agli utenti di navigare sul sito anche via smartphone e tablet, adeguandosi perfettamente a tempi in cui l’accesso a internet avviene ormai prevalentemente da mobile.
Ogni mezzo mira a trasferire calore, vicinanza e la rassicurazione di chi, in quanto leader, può garantire una soluzione semplice e su misura a chiunque ne abbia bisogno: perché alla fine, come recita il claim di campagna, per sentirsi meglio basta provarci.

Crediti:

Cliente: Amplifon
Direttore Marketing e Prodotto: Alessandro Bonacina
Brand&ADV Manager: Daniela Paone
Agenzia: GreyUnited
Executive Creative Director: Roberto Battaglia
Associate Creative Director: Luca Beato
Art Director: Edwin Herrera
Account Supervisor: Luca Mirmina
Account Executive: Irene Bassani         
TV Producer: Carla Beltrami
Head of Digital: Alas Gatti
CDP: Filmmaster Productions
Executive Producer: Lorenzo Cefis
Regista: Adriano Falconi
DOP: Fabio Casati
Post produzione: Post Atomic
Musica: Ferdinando Arnò per Quiet Please!
Media: Mec Italy