Euro 2016: sfida tra Sky e Rai per il calcio delle nazionali

Attorno agli Europei di Francia fioriscono le iniziative editoriali a caccia di audience e ricavi pubblicitari. Oltre alla piattaforma satellitare e alla tv pubblica, in campo anche radio e internetdi Gianni Avanzi

Siamo il paese del calcio e poi, si sa, quando c’è da fare il tifo per la maglia azzurra in una competizione come gli Europei (o ancora di più se in ballo ci sono i mondiali) anche i tifosi meno sfegatati finiscono per appassionarsi. E allora ecco spiegato perché Euro 2016, di scena in Francia dal 10 giugno al 10 luglio, si candida ad essere uno degli eventi più importanti per il mondo dei media sul fronte degli ascolti e soprattutto della pubblicità. E se anche il marketing delle principali aziende da tempo punta sul torneo per lanciare promozioni in sintonia, sono tv e radio i mezzi di comunicazione che hanno previsto le risorse maggiori per vincere la sfida dell’audience. Con due competitor in particolare, Sky e Rai, a contendersi la palma della vittoria.

euro 2016

Sky in prima linea tra tv e internet

Il rischio d’impresa maggiore se l’è accollato Sky, che grazie all’esclusiva sarà l’unica piattaforma a poter garantire tutte le partite: oltre 50 match che saranno trasmessi su SkySport 1 HD, su SkyCalcio 1 e su SkyCalcio 2 quando ci saranno partite in contemporanea. In media tre gare al giorno nella fase preliminare del torneo che gli appassionati potranno gustarsi in poltrona, acquistando sia le telecronache sia i servizi  e le trasmissioni di approfondimento. Ma oltre che sul piccolo schermo, la piattaforma satellitare garantirà una massiccia copertura all’evento anche in rete grazie ai servizi in streaming di Sky Go e Sky Online, a beneficio di quanti sceglieranno di seguire le gare tramite  cellulare e tablet oppure da computer. Per quanti useranno i device mobili, il gruppo televisivo ha predisposto anche una nuova app per cellulari che consentirà gli appassionati di non perdersi neppure un’immagine o una notizia relativa all’evento. Per gli utenti della piattaforma satellitare non abbonati ad un pacchetto specifico, Sky ha già inaugurato anche un nuovo canale sul numero 106 che si occupa dei grandi eventi sportivi di questa estate (dunque anche le Olimpiadi e la Copa America) e che di Euro 2016 proporrà servizi e sintesi, ma non le partite in diretta.

L’offerta Rai

Anche il palinsesto Rai sarà molto ricco e all’insegna della competizione francese. La tv di Stato, che ad agosto sarà protagonista anche con i giochi olimpici di Rio, nella fase preliminare del torneo manderà in onda un blocco di 27 partite tra cui tutte quelle della nazionale italiana: in media almeno una al giorno, tranne alcuni giorni (il 13, 17 e 18 luglio) in cui per la concomitanza di più gare ne manderà in onda due, poi quattro partite degli ottavi e tutti i quarti, le semifinali e la finale. A conferma di quanto l’Europeo venga considerato strategico c’è la scelta della direzione della tv pubblica di trasmettere tutte le partite su Rai Uno con il commento di inviati e opinionisti ma anche – ed è la principale novità della stagione – la telecronaca ironica e satirica della Gialappa’s Band su Rai 4. Tutte le partite che vengono trasmesse su Rai Uno andranno anche in diretta streaming simulcast sui siti rai.it e rai.tv.

E poi ci sono le radio 

Ma come tradizione, un evento come gli Europei non può essere ignorato a prescindere e allora non mancheranno trasmissioni, analisi e commenti anche sulle altre emittenti tv, nazionali e regionali. E poi c’è la radio a cominciare dalle emittenti pubbliche: Radio 1  offrirà la cronaca diretta di 39 partite (tutte quelle della fase a gironi che avranno la copertura di Rai Uno, oltre alle partite degli ottavi di finale e quelle successive) mentre Radio 2 proporrà la radiocronaca della Gialappa’s Band, in contemporanea con la telecronaca ‘alternativa’ di Rai 4.

Tra i network nazionali, spicca l’impegno di Rtl 102,5 che anche quest’anno proporrà in diretta i match dell’Italia in un radioshow condotto da Pio d’Antini e Amedeo Grieco e con il commento dell’inviato Paolo Pacchioni. Previsti a corollario altri momenti di approfondimento nel corso delle principali trasmissioni in palinsesto.

Su Radio 105 invece gli Europei saranno all’insegna dell’ironia e della carica travolgente degli Autogol: il trio composto da Alessandro Iraci, Michele Negroni (noto anche al pubblico televisivo per le dissacranti imitazioni in onda su Tiki Taka e La Domenica Sportiva) sarà protagonista di un appuntamento quotidiano in onda dal 6 giugno al 10 luglio dalle 12.00 alle 13.00, intitolato “Europei Everyday”.

Striscia quotidiana anche per Radio Monte Carlo che da giovedì 9 giugno alle 11.00 propone “Euroland” con approfondimenti, interviste, commenti: in studio con Max Venegoni e Monica Sala ci sarà Massimo Callegari e una girandola di ospiti. Tra le novità anche un gioco riservato agli ascoltatori che potranno vincere la maglia e il pallone di Euro 2016.