Radio Milano International torna a trasmettere (per ora sul web)

Entro l’autunno la prima emittente radiofonica italiana sarà di nuovo on line: tra i promotori anche lo storico patron Angelo Borra. Ad agosto l’evento di presentazione

di Mario Modica

Mario Modica
Mario Modica

Radio Milano International tornerà presto a trasmettere per la gioia di quanti, a distanza ormai di oltre 10 anni dalla fine delle trasmissioni, ancora rimpiangono una voce storica e per molti aspetti rivoluzionaria dell’Fm nazionale. La notizia, che circolava da settimane, è stata ufficializzata poche ore fa sui social network da Angelo Borra, tra i fondatori dell’emittente a metà degli anni ’70.

Si riparte dal web

Pochi i dettagli sull’operazione ma una prima certezza riguarda, al momento, le modalità di trasmissione: la nuova Radio Milano International sarà da subito ricevibile via internet, attraverso il proprio sito ufficiale e un’apposita App per telefonini che è già in fase di studio. Ma, stando a voci non confermate, i promotori del progetto starebbero valutando la possibilità di sbarcare anche on air sull’Fm – ipotesi però estremamente costosa, vista la chiusura del mercato analogico – o più probabilmente sul Dab+, sfruttando ponti e canali di trasmissione di altre emittenti che hanno già iniziato a trasmettere in tecnica digitale. Grande regista dell’operazione sarebbe proprio Angelo Borra, l’imprenditore che oltre 40 anni fa creò il primo nucleo dell’emittente insieme al fratello Rino e ad un gruppo ristretto di appassionati: l’eclettico patron starebbe già contattando alcuni ex conduttori della radio per illustrare loro il progetto e proporre un ritorno in onda. Ancora non sono noti il timing dell’operazione, gli investimenti finanziari messi in atto e la sede degli studi di trasmissione ma qualche particolare in più dovrebbe filtrare nelle prossime settimane anche perché l’ipotesi più accreditata è che le trasmissioni possano iniziare entro la fine dell’estate. Non a caso proprio Angelo Borra ha annunciato, per il prossimo 6 agosto a Rapallo, una festa evento a Rapallo in onore proprio della rinata Radio Milano International.

I nostalgici in fibrillazione

Ed è bastato che la notizia dell’evento ligure facesse il giro del web per riaccendere l’entusiasmo tra i fans dell’emittente meneghina che ancora oggi conta su Facebook una dozzina di gruppi di appassionati. Del resto nella storia dell’emittenza privata in Fm, Radio Milano International ha davvero lasciato il segno: nata il 10 marzo 1975 per iniziativa di Angelo e Rino Borra e dei cognati Piero e Nino Cozzi, la prima stazione privata italiana fece dell’innovazione il proprio cavallo di battaglia importando dall’estero – e in particolare dagli Usa – la musica, ma anche i jingles e lo stile di conduzione assolutamente alternativo rispetto al modello dominante in Rai. In poche settimane, nonostante le difficoltà tecniche e le battaglie legali delle istituzioni conto il fenomeno delle “radio libere”, Radio Milano International si diffonderà quasi come un’epidemia facendo incetta di ascoltatori e di inserzionisti nell’hinterland meneghino e poi in tutta Italia con la nascita, nel 1988, di “101 Network”. Oltre che per il sound, l’emittente si caratterizzerà anche per la forte identità dei conduttori che si alterneranno nel corso degli anni: da Claudio Cecchetto a Gerry Scotti, da Gigio D’Ambrosio a Leopardo, da Fausto Terenzi a Massimo Valli e tanti altri speaker e dj che hanno creduto nel progetto trasformando un’iniziale passione in una vera e propria occasione professionale. Poi, complici le disavventure giudiziarie dei Borra, l’inizio della crisi e la controversia giudiziaria per l’acquisizione dell’emittente: il 6 giugno 2005 dalle ceneri di Radio 101, il gruppo Arnoldo Mondadori Editore farà sorgere R101, emittente di flusso che i nostalgici della vecchia Radio Milano International non hanno mai considerato davvero eredità della storica emittente con sede in via Locatelli. Tra poche settimane, complice il web, il loro desiderio di poter tornare ad ascoltare l’emittente che li aveva stregati per quasi 30 anni si potrà avverare.