“Edicolafiore” sbarca su Sky e Tv8: così Fiorello sonda il piccolo schermo

Da martedì 31 maggio lo showman torna sul piccolo schermo con una rivisitazione della sua celebre rassegna stampa per il web. Ma con la Rai?

di Claudio Micalizio

Il suo ritorno in Tv è stato per anni quasi un tormentone, sogno ardito cullato dai direttori di rete e delle concessionarie pubblicitarie e dunque, di riflesso, incubo per i canali concorrenti. Ora l’attesa è finita e si capirà se tante aspettative siano fondate o meno: da martedì 31 maggio Fiorello è tornato in onda, in televisione, con la celebrata “Edicola Fiore”, la minirassegna stampa che da anni confeziona con il suo smartphone a beneficio dei follower sul web.

edicolafiore

Rai beffata, riderà Sky?
La sorpresa è che, nonostante in molti fossero pronti a scommetterci, Fiorello non collaborerà con la tv pubblica ma con le reti Sky: ‘Edicola Fiore’, infatti, sarà trasmessa in diretta alle 7.30 in anteprima per il pubblico di Sky Uno HD e poi, in differita, alle 8.00 su Tv8 (canale 8 del digitale terrestre) e, a rotazione, sul canale Active di Sky TG24 dalle 8.00 alle 10.00. Al momento non si conoscono ulteriori dettagli sul format e sull’accordo economico ma è certo che la versione televisiva della rassegna stampa lanciata da Fiorello via Twitter nel 2011 sarà una sorta di test in vista della prossima stagione autunnale: si parte con 9 puntate speciali da 30′ e poi dopo il 10 giugno si vedrà. Insieme allo showman ci saranno gli amici del bar Ambassador di via Flaminia Nuova, a Roma, e Stefano Meloccaro, giornalista e volto di Sky Sport che, dopo aver già partecipato alla versione sul web del programma, ora affiancherà l’artista siciliano anche nel passaggio alla tv: “Noi in realtà volevamo Roberto Inciocchi!”, ha ironizzato Fiorello alla vigilia dell’esordio in un collegamento con il conduttore della striscia di informazione del mattino in onda su SkyTg24.

Un test in vista dell’autunno
Quel che appare evidente è il carattere sperimentale dell’iniziativa, per rodare l’adattamento televisivo di un format che sul web viveva grazie ad uno smartphone e con linguaggio e ritmi molto veloci: “Edicola Fiore” funzionerà anche in tv? E l’investimento messo in campo dalla piattaforma di Murdoch, che per il collegamento dal bar allestirà un vero e proprio studio mobile con più telecamere, avrà un adeguato ritorno di audience e, dunque, di sponsor?  Sky intende già farsi un’idea della fattibilità del progetto con questa prima tranche di trasmissioni che non a caso sarà spalmata tra satellite e digitale terrestre e poi con un’ampia serie di repliche così da raggiungere il maggior numero di ascolti: oltre ai passaggi in fascia antimeridiana, il mini-show di Fiorello verrà replicato quindi in versione rieditata su Sky Uno Hd alle 13.20 e alle 20.30 e poi alle 20.40 e alle 23.30 su TV8. Lo showman da parte sua si dice fiducioso: “Torno da pioniere su Sky – ha dichiarato Fiorello in un’intervista pochi giorni fa -: nel 2009 con il Fiorello Show ho portato per primo su Sky Uno un genere che non fosse informazione, sport o cinema e ora questa novità”.

E la Rai? Nessuna porta chiusa…
Sullo sfondo resta però la collaborazione a lungo ventilata con la tv pubblica che sembrava imminente dopo la partecipazione dell’artista siciliano alla riedizione del “Rischiatutto” andata in scena a maggio su Raiuno o le comparsate a “Quelli che il calcio” su Raidue. Tutto lasciava presagire un ritorno sul piccolo schermo con i vessilli della rete ammiraglia e invece, a sopresa, la svolta che pochi giorni fa lo stesso Fiorello aveva anticipato durante una diretta video su Twitter: “Basta con questo web, noi vogliamo fare la tv… ma non è la Rai”, aveva ironizzato citando la vecchia trasmissione cult diretta da Gianni Boncompagni ma senza nominare esplicitamente la piattaforma che lo avrebbe ospitato. Anzi, durante l’ormai celebre diretta tra i tavolini del bar con gli avventori che sono soliti commentare i titoli dei giornali, l’eclettico conduttore si era divertito a mischiare le carte: “Avevamo fatto un appello a tutte le reti”- ha spiegato – ma per la Rai ci vuole un altro tipo di show (il grande varietà) mentre La7 non si è fatta avanti. Restano Sky o Mediaset”. Quindi porta in chiusa in faccia alla Rai? Fonti riservate interne a Sky riferiscono a Spot and Web che la collaborazione tra la piattaforma di Murdoch e il conduttore siciliano sarebbe assolutamente aperta: si parte con la rassegna stampa quotidiana ma anche l’idea di uno show in prima serata al momento non è esclusa. Però Fiorello non ha chiuso i ponti neppure con la Rai, con cui c’è da sempre forte feeling. E allora? Fonti interne a viale Mazzini rivelano che un’idea sul tavolo ci sarebbe già ma si scontra con la proverbiale cautela (e i più critici aggiungono anche con un po’ di pigrizia) del mattatore che, dopo i successi ottenuti con gli ultimi show sulla rete ammiraglia (l’apice nel dicembre 2011 con “Il più grande spettacolo dopo il week-end”, autentico evento che alla quarta e ultima puntata conquistò il record di 16 milioni e 60 mila telespettatori e oltre il 50,23% di share), ha deciso di centellinare le presenze televisive subordinandole a progetti che gli diano adeguate garanzie. Insomma, il ritorno in video con l’edicola potrebbe rappresentare per Fiorello un modo per sondare le platee televisive e decidere se tornare definitivamente o continuare a “far sentire la sua mancanza” tra web, radio e teatro.