Clear Channel usa in Europa i suoi schermi digitali per comunicare in live streaming

Lo scorso 12 aprile, Clear Channel, in collaborazione con Viaplay, hanno trasmesso, in diretta streaming, la partita di Champions League – Manchester City e Paris Saint Germain – che si è disputata alle ore 20:45.

Questa operazione di live streaming è avvenuta contemporaneamente in tre location di tre città in tre diversi paesi europei: Stoccolma (metropolitana), Copenaghen (metropolitana) ed Helsinki (grande schermo situato nel centro della città).

Quella sera, il rientro a casa dei pendolari di queste tre città è stato così allietato dal live streaming offerto dagli schermi digitali di Clear Channel di Svezia, Finlandia e Danimarca. Dal punto di vista mediatico, l’operazione è stata un successo, veramente notevole, in termini di Press e Social Media.

L’unicità di questo evento sta nel fatto che nessuno sinora aveva trasmesso in live streaming un’intera partita di football, in ambiente urbano e metropolitano e contemporaneamente in tre Paesi europei.

Va ricordato che Clear Channel non è assolutamente nuova a questo tipo di esperimenti. Infatti, poche settimane fa, la Business Unit italiana ha realizzato il primo live streaming su schermi digitali (LCD 72 pollici) in Outdoor, esattamente 15 digitotem nel cuore di Milano. Questo ha significato trasmettere, in diretta audio/video, l’evento di apertura della XXI Mostra Internazionale della Triennale di Milano, tutto realizzato in soli 10 giorni, grazie a una forte collaborazione tra il Digital team di Clear Channel Italy, i partner tecnologici, Imecon e Fabbrica Digitale e la Triennale.

Clear Channel, che si pregia di essere “pioniere” nell’Outdoor, ha offerto ancora una volta un esempio tangibile delle reali potenzialità del digitale su cui la strategia del Gruppo continua a focalizzarsi per sviluppare asset capaci di rispondere, in modo efficace, alle esigenze di comunicazione dei brand.