LA 5 ci accompagna a “Casa Siffredi”: dal 17 marzo Rocco e’ “Formato Famiglia”

Al via il primo docu-reality dedicato all’attore diventato famoso con l’industria del porno e personaggio tv sempre più noto. In ogni puntata lo scopriremo alle prese con moglie e figli

di Claudio Micalizio

LA5 salvatoE’ stato il “re” del porno ma, complice anche la sua intelligenza e qualche fortunata esperienza come testimonial pubblicitario, Rocco Siffredi è ormai un personaggio noto anche al di fuori del suo abituale target di pubblico. Vi siete mai chiesti, però, cosa e chi ci sia dietro all’attore noto anche per la generosità che la natura gli ha regalato? Se la curiosità vi ha sin qui tolto il sonno, tranquilli: un programma televisivo ora ve lo svelerà.

Tutto “casa e famiglia”

Il titolo del docureality è semplice ed evocativo: “Casa Siffredi”. Come vive lontano dai riflettori la celebre pornostar, che rapporto ha con la moglie e con i figli?  Cosa fa ora che ha rinunciato al set delle pellicole hard-core? Il programma, in onda su La5 dal 17 marzo – eccezionalmente in prime-time – e per altri sei appuntamenti alle ore 22.00, vorrebbe appunto raccontare scene di normale vita familiare anche se ovviamente con l’adattamento autorale ritenuto necessario per il passaggio televisivo. Una nota dell’ufficio stampa Mediaset racconta che l’atmosfera a “Casa Siffredi” è quasi vintage, quasi da serie tv anni ’60, con una famiglia ritratta senza artifici, in armonia, tra sorrisi, entusiasmo, molti progetti e tante passioni: sullo sfondo della hollywoodiana factory nei pressi di Budapest, Rocco getta le basi per il suo futuro lontano dalle scene realizzando una sorta di master in hot d’autore made in Italy, utile sia per scovare un proprio erede, sia per formare un gruppo di sceneggiatori e registi, pronti per un mercato sempre più dominato della rete. E’ per questo che a “Casa Siffredi” arrivano spesso e volentieri ospiti: da Melissa P., con la quale il capofamiglia sta scrivendo un libro, al cugino Gabriele, braccio destro di Rocco da sempre, sino ad una troupe di Canal Plus, che intervista la coppia per la pay-tv francese. Ma anche se lui è l’indiscusso protagonista, non c’è momento della giornata in cui l’attore non sia circondato dai suoi cari.

Una carovana spesso in viaggio

E allora nel corso della serie tv lo vedremo spesso in viaggio con la moglie Rózsa, che spesso lo accompagna nelle scelte legate a questioni professionali e negli spostamenti: può essere un appuntamento per i progetti legati ad una linea di abbigliamento di Rózsa; un rendez-vous a Napoli con i The Jackal per Rocco, utile per ideare una web serie; una visita sul set di un nuovo film di Simona Izzo, a Roma, che provina il secondogenito Leonardo; un incontro con l’ex pilota di Formula1 Jarno Trulli, che in Abruzzo produce gli apprezzati vini di Rocco. Ma “Casa Siffredi” è anche una famiglia come tante altre: e allora vedremo papà Rocco intento a condividere l’amore per lo sport insieme ai figli Lorenzo e Leonardo, o partecipare insieme alla moglie all’organizzazione di una cena di famiglia con i genitori e la fidanzata di Lorenzo. Fil rouge di tutte le puntate la coscienza di Siffredi, che ha sì abbandonato le scene, ma sente ancora forte il richiamo di un mondo che gli ha regalato tante soddisfazioni professionali, un grande benessere ed una vita assolutamente incredibile.