Per suoi primi 140 anni il Corriere festeggia con Armando Testa

Al via la campagna celebrativa del quotidiano di via Solferino: tre soggetti per celebrare la tradizione con un occhio al futuro

Il Corriere della Sera compie 40 anni e per celebrare la sua gloriosa storia si affida ad una campagna di comunicazione firmata Armando Testa. Un’occasione per ripercorrere i successi della prestigiosa testata, con uno sguardo al futuro come conferma il concept che accomuna tutti e tre i soggetti: “Guardiamo al futuro da 140 anni”.

0566_RCS_occhio_wifi_3 Nuovo_0002[1]

Il visual è quello di un occhio che da simbolo classico di visione e di futuro, diventa un’icona di volta in volta differente, con il trattamento artistico del body painting: la prima icona è quella del wi-fi, simbolo della moderna connessione tra persone, perché oggi essere connessi permette lo scambio di opinioni; la seconda icona è il classico simbolo di posizione, perché da sempre la posizione del giornale è tutelare le posizioni di tutti, per dare spazio a tutti; la terza icona è l’occhio trasformato in pittogramma del “caricamento”, perché facendo proprie le nuove idee, si può pensare più liberamente. Perché se i valori del giornale sono gli stessi di sempre (la fedeltà a quella “libertà delle idee” che ne è stato un pensiero ispiratore), oggi vengono comunicati con mezzi anche diversi, grazie all’innovazione digitale e alla nuova offerta multimediale del quotidiano milanese sulle varie piattaforme.

Proprio per celebrare il passato, ma con lo sguardo rivolto avanti, Armando Testa ha realizzato una campagna stampa che, dopo le prime uscite sul quotidiano, continuerà con un supplemento speciale di 96 pagine in uscita venerdì 4 marzo insieme al giornale e con una copertina eccezionale, firmata dal pittore e scultore tedesco, l’artista Anselm Kiefer, in uscita il  giorno della fondazione, sabato 5 marzo. Per Armando Testa hanno lavorato i direttori creativi Vincenzo Celli e Dario Anania, insieme all’art director Ilaria Accornero e il copy Andrea dell’Osa. Responsabile cliente Loredana Ambrogi. La post produzione è stata curata da Hyperactive Studio.