Si amplia la partnership tra Clear Channel Italia e MediaXchange

Clear Channel Italia, Media Company leader di mercato nell’Out of Home, rafforza la partnership con MediaXchange, Società indipendente specializzata nel Media Buying & Planning e parte della holding internazionale MediaLease Group.

Foto campagna Jaguar a Fiumicino

In virtù della visione di business che accomuna le due realtà aziendali, l’approccio al planning per il 2016 si fa ancor più trasversale. In serbo ci sono in effetti novità interessanti, che prevedono significative evoluzioni nel mercato OOH e rispondono in modo ottimale alla sempre più crescente esigenza d’innovazione ed integrazione di impianti e mezzi digitali.

Le parole d’ordine sono Innovazione, Trasversalità e Diversificazione. Da qui, la necessità di sfruttare tutte le opportunità offerte da una più ampia rosa di strumenti, dunque offrire il miglior servizio al cliente in termini di efficienza d’investimento ed efficacia della campagna.

Il concetto si traduce in tools OOH completi: la collaborazione mette infatti a completa disposizione di entrambi i partners circuiti autostradali nazionali, aeroporti italiani e premium malls. Il tutto, perfettamente integrabile con i mezzi mobile, alla base dell’expertise digital di MediaXchange.

Il circuito autostradale nazionale di Clear Channel Italia offre a MediaXchange, market leader nel settore Automotive, la possibilità di amplificare la risonanza del messaggio, distribuendolo in modo capillare per ottenere il massimo in termini visibilità: 343 aree di servizio a copertura dell’80% delle autostrade italiane, per oltre 2 milioni di contatti giornalieri medi contati.

Anche l’offerta sugli aeroporti si completa ulteriormente: i risultati record in termini di lead generation conseguiti lo scorso anno nelle aree espositive hanno portato ad estendere le possibilità agli scali di Fiumicino, Ciampino, Treviso, Venezia, Bologna, Brindisi e Bari, per un totale di 7 aeroporti completamente fruibili, per sviluppare le campagne del cliente tramite dominations, attività tattiche di sampling, impianti digitali e circuiti affissioni.

Non da meno, con il primo trimestre 2016, aumenta il numero dei Premium Malls italiani a disposizione, già definiti “nuove piazze per il tempo libero e lo scambio facile d’informazioni”. Impianti digitali (digitotem mono e bifacciali), aree espositive, attività below the line possono essere pianificati e gestiti agilmente.

Il commento del Management: “Oggi all’interno del mercato Out of Home si sta assistendo ad un’evoluzione. La partnership ci consente d’integrare tra loro diversi modelli esperienziali per essere innovativi e al passo con i tempi all’interno di un mondo della pubblicità che si dimostra ogni giorno più audace. E’ necessario concentrarsi su una ricerca sempre più accurata dell’affinità del mezzo a target altamente profilato. Per questo, la nostra visione si porta oltre l’utilizzo dei mezzi tradizionali, verso modelli che non siano dispersivi ma anzi snelli, agili, fortemente mirati ed efficienti”.