Homeaway lancia la nuova campagna brand “shared vs yours”

Il rilassante risveglio vista piscina oscurato da un’orda di bagnanti e vacanzieri che prendono il sole, la coda e le gomitate per accedere al buffet della colazione, le serate sul divano in compagnia di ingombranti coinquilini. Se è vero che l’unione fa la forza, non sempre la condivisione è confortevole; è su questo che gioca la nuova campagna brand di HomeAway, il leader mondiale nel mercato online degli affitti di case vacanza.

WHOLEHOUSE_COUCH_Yours_Shared[2]

Il claim “E’ la tua vacanza perché condividerla?” che accompagna il video e le immagini della campagna, lanciata qualche settimana fa a livello globale e oggi in Italia sui profili social del gruppo Facebook, Youtube, Twitter, ridisegna in maniera ironica e provocatoria il concetto di sharing economy evidenziando alcuni degli aspetti meno piacevoli del fenomeno in relazione alle vacanze. Le immagini vogliono evidenziare nel contempo i benefit offerti da HomeAway, che offre online esclusivamente case vacanza intere e dunque la giusta privacy per le vacanze di famiglie e gruppi di amici.

“La nostra campagna mette in evidenza il problema dell’over-sharing e supera il concetto, oramai inflazionato, della condivisione di case e spazi privati per ospitare i viaggiatori mostrando con ironia come l’affitto di una casa intera su HomeAway rappresenti un vero e proprio plusvalore per la vacanza e i viaggiatori di tutto il mondo” afferma Mariano Dima, Chief Marketing Officer di HomeAway, e aggiunge – “Le vacanze sono preziose, per questo è fondamentale che in ogni momento si possano condividere le cose giuste con le persone giuste. Il nostro intento è quello di mostrare ai viaggiatori cosa davvero sia una “Vacanza Completa” e cosa no”.

La creatività della campagna è a cura di Saatchi & Saatchi Londra.