“Vite Coraggiose”, on air gli spot firmati Aleteia per l’Ospedale Bambino Gesù


 
È on air, sulle emittenti televisive generaliste e sui canali digitali, lo spot creato da Aleteia Communication – business unit del gruppo Hdrà – per la nuova campagna di comunicazione della Fondazione dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e dal titolo Vite Coraggiose. Un messaggio presente in tutti i mezzi, perché in due parole dice tutto: perché le vite dei bambini, dei familiari e dei ricercatori rendono il Bambino Gesù un Ospedale unico, perché il coraggio di queste vite è qualcosa che tutti devono conoscere.

image004
 
La stampa è stata costruita su di un’opera originale che il maestro Mimmo Paladino ha deciso di donare all’Ospedale. Ci sono i visi di due bambini che si guardano: rappresentano quel dialogo che vogliamo aprire tra i due mondi che ogni ospedale crea, quello che resta dentro e quello rimane fuori. Perché una volta usciti, nessuno dimentichi chi ancora deve guarire.
 
Lo spot vuole dare voce ai protagonisti di questa storia: bambini, genitori e ricercatori raccontano la loro vita coraggiosa, perché tutti capiscano. La campagna è finalizzata alla raccolta fondi per la ricerca e la cura delle malattie genetiche rare, che avviene tutti i giorni nei laboratori realizzati dall’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù: una struttura che rappresenta un polo di eccellenza a livello internazionale.
 
Aleteia Communication ha lavorato alla nuova campagna di comunicazione sociale della Fondazione Bambino Gesù onlus in modo totalmente gratuito. Perché tutte le persone coinvolte nel progetto sentivano di dover qualcosa al Bambino Gesù, perché ci sono stati quando erano bambini, perché ci sono tornati quando erano genitori, perché vi sono entrati angosciati e ne sono usciti sereni. Questo lavoro è quindi qualcosa che andava restituito, è un atto di riconoscenza.
 
Hanno lavorato al progetto per Aleteia Communication: il direttore creativo Cristiana Guidi, le art director Federica Pallotta e Arianna Scotti, i copywriter Marco Cherubini e Sabrina Battaglia, le account Elena Ravioli e Claudia Ammassari, la producer Chiara Antignani. Per la casa di produzione Filmmaster Productions hanno lavorato: il regista Claudio Noce, l’executive producer Fabrizio Razza e la producer Aurelia Musumeci Greco, per la Fondazione Bambino Gesù la responsabile del Fundraising e della Comunicazione Sociale Cynthia Russo.