Gramma e Scarceranda, il futuro è social

93

Si può preservare il profumo della carta sposando il digitale? Per Scarceranda pare proprio di sì. L’agenda – che contiene testi e aforismi ideati dai detenuti del carcere di Opera (MI) – sbarca sui social con una iniziativa viral, ideata non solo per stimolare le vendite ma anche per aumentare la sua visibilità e farsi conoscere da un pubblico più vasto.

scarceranda_concorso

Con il Concorsone 2016 – questo il nome dell’iniziativa – acquistando una copia e postando su Facebook una foto con la nuova agenda (con l’ashtag #scarceranda) è possibile vincere un cesto di alimentari di qualità prodotti nelle carceri. Il premio è dedicato alla foto che riceverà più like e a quella che piacerà di più allo staff di Scarceranda. Un meccanismo semplice quanto efficace per raccogliere ancora più fan e diffondere l’immagine dell’agenda 2016.

Un progetto di comunicazione a tuttotondo per Gramma – agenzia di brand consulting e cooperativa sociale – che ha sostenuto anche quest’anno l’iniziativa con una nuova interpretazione visiva dell’agenda.

“Il nuovo look, fresco e contemporaneo, caratterizza l’agenda in modo esclusivo per rendere questa edizione un vero e proprio “pezzo da collezione” – afferma Roberta Amato, direttore creativo di Gramma. Il concept storico della mela marcia, dove il bruco diventa farfalla, assume un valore artistico, diventa libera espressione come i pensieri dei detenuti che accompagnano l’agenda, pagina dopo pagina”.

I testi sono stati ideati all’interno del progetto LiberaMente – laboratorio di scrittura e lettura creativa – e tutto il progetto è reso possibile dall’impegno concreto di un network di associazioni che come Gramma fanno parte della cordata sociale a sostegno dell’iniziativa.