KleinRusso presenta IL CODICE CREATIVO

126

“Un po’ romanzo breve, un po’ saggio divertito e si spera divertente, un bel po’ rigoroso esempio di riflessione sugli orizzonti della comunicazione – con una non trascurabile spruzzata di fumetti d’autore – Il Codice Creativo è il frutto teorico, e anche molto pratico, della nostra community.”

Con queste parole Fabrizio Russo, direttore creativo e cofondatore insieme a Sofia Cortellini Klein della Creative Community KleinRusso, ha introdotto il libro Il Codice Creativo nel corso dell’incontro con gli autori Andrea Ballarini e Sandro Volpe che si è tenuto oggi pomeriggio a Milano negli spazi di Open – More than books. La presentazione è stata scandita dall’amichevole partecipazione di Fedele Usai, Deputy Managing Director di Condé Nast Italia.

copertina CODICE CREATIVO

Il volume, edito da Bea – Branded Entertainment & Arts, è l’ultimo risultato del lavoro di ricerca e sperimentazione intrapreso negli anni dalla community, che ha nello storytelling il suo fil rouge.

Sogno dopo sogno, incontrando alcuni tra i più celebri personaggi della storia della filosofia, dell’arte e della letteratura occidentale, da Platone a Raffaello, passando per una passeggiata con Kant o un tè con Mrs. Hudson, gli autori ci raccontano il travagliato viaggio intellettuale alla scoperta del codice creativo ovvero di come interpretare e utilizzare la miriade di dati che ci sommergono nell’epoca digitale.

Affrontano così un tema, quello della gestione dei big data – cioè quell’insieme di dati provenienti in primo luogo da Internet che per la sua dimensione non può essere facilmente elaborato, tanto da richiedere strumenti e programmi creati ad hoc – che è al centro di un intenso dibattito nel mondo della comunicazione e del business più in generale.

Basti pensare che sono stati creati più dati negli ultimi due anni che in tutta la storia dell’uomo e che al momento solo il 5% di quelli esistenti è stato utilizzato e analizzato. Un immenso spazio ancora da esplorare le cui stime di crescita sono impressionanti: entro il 2020 7MB di data saranno creati ogni secondo per ogni essere umano sul pianeta, passando da un universo di 4,4 ZETTABYTES a 44 ZETTABYTES.

Il Codice Creativo non è l’algoritmo perfetto per l’analisi dei big data. Il codice creativo è il risultato del Creative Sharing” – dice Sandro Volpe e continua – “Con creativesharing.it quest’anno abbiamo coinvolto oltre 170 persone in 9 workshop, ma il dato più straordinario è che il 100% di loro lo ripeterebbe e lo consiglierebbe ai propri colleghi.”

Il susseguirsi del racconto della notte costellata dagli stravaganti incontri del nostro protagonista, alla vigilia del fondamentale incontro di lavoro con i dirigenti di una mega azienda, ci porta in realtà a scoprire il Creative SharingTM, l’innovativo metodo di analisi strategica di KleinRusso che permette di colmare il gap tra i risultati espressi dai dati, l’orientamento e la pianificazione delle attività aziendali.

Temi estremamente complessi vengono affrontati nel libro con lo stile ironico e leggero di Andrea Ballarini, che racconta così l’esperienza di scrivere un libro “corale”: “È stato molto stimolante, appagante e anche piuttosto divertente lavorare fianco a fianco con Sandro per dare forma narrativa a un pensiero così articolato e originale come quello del Creative Sharing. Per fortuna il lavoro d’équipe ha il grande vantaggio di poter dare la colpa ad altri, per cui se non dovesse risultare comprensibile prendetevela con lui.”

A fisicizzare la visionarietà del racconto troviamo i fumetti di Luca Ralli, artista e autore di diversi racconti illustrati di successo.

Il libro ambisce dunque a essere un contributo concreto al dibattito sull’interpretazione dei significati nel mondo post-digitale. Un testo che potrà interessare gli addetti ai lavori, ma anche gli studenti di comunicazione e, più in generale, chiunque voglia conoscere un punto di vista originale su uno dei temi più importanti della contemporaneità.

Il Codice Creativo si troverà in vendita a Milano presso Open – More than Books e a Roma nelle librerie Arion.

Dal 22 dicembre 2015 sarà disponibile anche in formato eBook, nelle versioni in italiano e in inglese, scaricabile gratuitamente sul sito creativesharing.it