Netcomm sigla un accordo con CLUSIT

Il Consorzio del Commercio Elettronico Italiano, Netcomm e CLUSIT, l’Associazione Italiana per la Sicurezza Informatica, hanno siglato un accordo con l’obiettivo di mettere a fattor comune le conoscenze e le competenze maturate nei rispettivi ambiti.

In particolare, l’intesa mira a diffondere una corretta cultura della sicurezza nell’e-commerce tra gli operatori del settore, le aziende e i consumatori. E prevede anche un fattivo supporto a tutti i soggetti interessati e a tutti i livelli (istituzionale, culturale/formativo ed operativo) per una maggiore sicurezza delle transazioni online, per la protezione dei dati personali dei consumatori e più in generale per la sicurezza delle informazioni, dei siti web e dell’intero sistema del commercio elettronico italiano.

L’intesa prevede che nel corso del 2016 sia costituito un Osservatorio Clusit/Netcomm sulla sicurezza dell’e-commerce nel nostro Paese insieme a una guida dedicata ai consumatori.

Oltre al rapporto annuale si produrranno materiali formativi e informativi, partendo da un primo contributo di Netcomm all’interno del rapporto Clusit 2016 sulla sicurezza ICT in Italia.

Il tema della sicurezza nell’e-commerce animerà poi una sessione del prossimo Security Summit 2016, che si terrà a Milano dal 15 al 17 marzo prossimi, e un analogo workshop sarà strutturato nell’ambito dell’e-commerce Forum 2016 (18 e 19 maggio). Sarà, inoltre, predisposto un sistema di Security Alerts per gli operatori e-commerce, come messo a punto dal Merchant Risk Council.

“L’accordo che abbiamo stretto con CLUSIT costituisce un passo importante sia per i consumatori, che in numero costantemente crescente finalizzano online i propri acquisti, sia per le imprese e gli operatori del settore e-commerce” – commenta Roberto Liscia, Presidente di Netcomm – “Secondo le nostre ultime indagini sono oltre 21 milioni gli italiani che almeno una volta nella vita hanno comprato online un bene e servizio, e stimiamo per fine 2015 un fatturato del settore sopra quota 16,6 miliardi. È evidente che come Consorzio sentiamo forte la responsabilità di tutela nei riguardi degli eShopper e parallelamente per tutti i soggetti interessati al comparto e-commerce vogliamo sviluppare attività e informazioni utili a diffondere una corretta cultura della sicurezza nel nostro Paese. La partnership con CLUSIT si inserisce nelle iniziative che Netcomm ha varato da alcuni anni, come il “Sigillo Netcomm”, un vero e proprio bollino di qualità per i siti che lo espongono, che viene rilasciato dopo un iter di verifica, e che li impegna a offrire un servizio facile, conveniente, trasparente e sicuro“.

“La sicurezza delle transazioni online e la protezione dei dati personali sono tra le principali preoccupazioni dei consumatori italiani che ancora esitano ad acquistare servizi e prodotti in rete” – commenta Paolo Giudice, Segretario Generale di CLUSIT – “Per stimolare lo sviluppo del commercio elettronico nel nostro Paese è indispensabile innalzare il livello di sicurezza dell’intero sistema. E questo deve passare non solo da una maggior sicurezza dei siti web e dei sistemi di pagamento, ma anche da una maggior consapevolezza da parte degli utenti sui rischi e sulla necessità di utilizzare in modo responsabile le nuove tecnologie. Sono quindi molto contento dell’accordo raggiunto con il consorzio Netcomm, con cui già a partire dall’inizio del 2016 porteremo avanti una serie di iniziative a favore degli operatori del settore, delle aziende e soprattutto dei consumatori”.